adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

A History of Violence (2005)

sabato 24 Maggio, 2014 | di Juri Saitta
A History of Violence (2005)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE DAVID CRONENBERG
Doppio Cronenberg
Corpi che mutano, corpi che si contagiano, corpi che si ibridano: quello di David Cronenberg è un cinema che vede nel corpo il suo principale fulcro problematico ed espressivo, un elemento che spesso diventa veicolo di un’identità instabile e multipla.

Nonostante non sia esteticamente carnale e non veda al centro la fisicità, anche A History of Violence porta avanti il discorso sulla complessità e sulla doppiezza della psicologia umana. Tutto ciò fin dalla trama: Tom Stall, tranquillo proprietario di una tavola calda, abita in una pacifica cittadina statunitense e vive con la sua serena famigliola perbene.mediacritica_a_history_of_violence1a Quando però il protagonista sventa una rapina uccidendo i criminali con straordinaria abilità verrà gradualmente alla luce il suo passato violento, vissuto con un altro nome e un’altra personalità. Risulta così evidente che Tom Stall è un personaggio che vuole mutare la propria identità cercando di rimuovere la sua parte più feroce per diventare una sorta di “cittadino modello”, riuscendoci solo in parte, poiché il suo “io” peggiore è sempre presente e pronto ad esternarsi, rendendo palese che nell’essere umano si muovono più coscienze, spesso in contrapposizione. Inoltre, l’ambientazione nella provincia americana e l’apparente lieto fine di riconciliazione dimostrano che anche la società occidentale e i suoi valori sono ambivalenti, perché la collettività per raggiungere e mantenere la sua superficie buonista e democratica non esita talvolta a commettere e ad accettare atti atroci e violenti. Il doppio è dunque un elemento con cui si deve fare i conti. Cronenberg lo ricorda continuamente anche dal punto di vista estetico e linguistico, basti pensare sia alle luci in chiaroscuro che dominano parte del film sia al rimando langhiano nella sequenza della rapina: Stall colpisce uno dei delinquenti con una brocca piena di caffè, in una possibile e sottile citazione di uno dei gesti più celebri de Il grande caldo, pellicola sul doppio realizzata da un regista che ha dedicato alla problematica buona parte della sua filmografia. In fondo, anche la struttura stessa dell’opera ha una duplice “identità”, in quanto vi è sì una regia scarna e pulita, ma sono presenti anche alcune inquadrature forti su mascelle penzolanti, nasi tumefatti, sangue schizzante. Piccoli, brevi e forse mitigati sprazzi del cinema più nero e carnale di Cronenberg che ritornano in un film apparentemente semplice, ma in realtà stratificato e dalle doppie valenze. Proprio come i personaggi e la società che racconta.

A History of Violence [id., USA 2005] REGIA David Cronenberg.
CAST Viggo Mortensen, Maria Bello, Ed Harris, William Hurt, Heidi Hayes.
SCENEGGIATURA Josh Olson. FOTOGRAFIA Peter Suschitzky. MUSICHE Howard Shore.
Drammatico/Noir, durata 92 minuti.

A History of Violence (2005)
4.3 3 86.67%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly