adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Tarda primavera (1949)

sabato 4 Luglio, 2015 | di Eleonora Degrassi
Tarda primavera (1949)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE YASUJIRŌ OZU
“La felicità è qualcosa che si deve costruire insieme”
Una pagina di vita quotidiana, il racconto di un padre e una figlia, il soffocato dolore e la necessità del distacco, il matrimonio e la costruzione della felicità. Questo è il tema di Tarda primavera (1949) il terzo film del dopoguerra del maestro del cinema giapponese Yasujirō Ozu.

L’opera, assieme a Il tempo del raccolto del grano e a Viaggio a Tokyo, indaga la vita di una protagonista femminile di nome Noriko, seguendola nel quotidiano, percependone le debolezze, senza diventare mai pietoso. Ozu è l’aedo del suo paese, un innamorato indefesso che entra nelle stanze dei suoi personaggi, le analizza, le racconta e le studia con l’amore di un padre per i figli. Asciutto, essenziale, il cineasta rivela le mediacritica_tarda_primavera_290sue storie utilizzando una statica macchina da presa, con il punto focale basso e allo spettatore sembra quasi di essere di fronte ad una rappresentazione teatrale. Se l’ambiente è elemento fondamentale nel cinema di Ozu, lo è altrettanto l’uomo, che viene colto nel vivere di ogni giorno (Noriko raccoglie i panni, prepara il tè, Shukuchi lavora), e l’occhio del cineasta si ferma suoi volti del professore e della figlia cogliendoli nell’immediatezza dei gesti, delle espressioni e delle parole. Ozu non svela in maniera totale i pensieri di Shukuchi e neppure della dolce Noriko, nonostante siano fulcro dell’opera, sembra chiedere a noi di capirne le sfumature, intuire il nascosto, trovare spessore dentro a occhi tristi e sorrisi. Tarda primavera narra una storia semplice, per certi versi addirittura banale, ma non lo è: Shukuchi e Noriko, padre e figlia, vivono insieme quasi come due sposi; vedovo lui e nubile lei sopravvivono alle giornate appoggiandosi l’uno all’altra, il padre ha la necessità delle delicatezze della figlia e quest’ultima si sente in pace con se stessa e protetta solo quando si prende cura del genitore. Il “venditore di tofu” – come l’ironico Ozu amava definirsi – dipinge quadri che raggiungono il cuore del problema, toglie il di più, asciuga l’eccesso, arriva al senso, e ne fuoriesce la schietta verità. Il rapsodo della famiglia si fa strada tra le pieghe del rapporto unico ed esclusivo di Shukuchi e Noriko, esprimendo al meglio l’amore e l’abnegazione dell’uno nei confronti dell’altra, il bisogno dell’uno e la dolorosa urgenza dell’altra e viceversa. “La felicità è qualcosa che si deve costruire insieme”, così il padre esprime il suo pensiero alla figlia, descrivendo il matrimonio come una costruzione giorno per giorno dei coniugi; e queste parole sono tenero e struggente lascito del film. Per molti registi punto di riferimento, per i connazionali mito indiscusso, per altri invece un nome che purtroppo dice poco, per colmare la lacuna la Tucker film rende onore a Yasujirō Ozu, distribuendo cinque sue pellicole nelle sale di undici città italiane. Tra queste c’è Tarda primavera, opera intensa, delicata che deve essere vista.

Tarda primavera [Banshun, Giappone 1949] REGIA Yasujirō Ozu.
CAST Chishû Ryû, Setsuko Hara, Yumeji Tsukioka, Haruko Sujimura.
SCENEGGIATURA Kōgo Noda, Yasujirō Ozu (tratta dal romanzo Padre e figlia di Kazuo Hirotsu). FOTOGRAFIA Yuuharu Atsuta. MUSICHE Senji Itô.
Drammatico, durata 108 minuti.

Tarda primavera (1949)
5 1 100%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly