adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Giorno di festa (1949)

sabato 18 Giugno, 2016 | di Juri Saitta
Giorno di festa (1949)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE JACQUES TATI
Critico, sperimentatore, alieno
Considerato uno degli autori comici più importanti della storia del cinema, Jacques Tati ha realizzato una filmografia breve ma profonda che, come quella di Buster Keaton, riflette sullo straniamento dell’individuo nella società contemporanea tramite sketch in buona parte scaturiti dal rapporto dialettico tra l’uomo e il proprio ambiente, tendenzialmente composto da oggetti tecnologici e quasi futuristici. Gag riprese spesso in campi lunghi o totali che esaltano sia le abilità motorie di Tati sia la complessità delle scenografie.

Forse più semplice nella costruzione scenica rispetto ai lavori successivi, il primo lungometraggio del comico francese Giorno di festa anticipa in realtà buona parte degli elementi citati. Questo non solo perché la pellicola racconta di un uomo (il postino di paese François) deriso da tutti e quindi emarginato dal contesto in cui vive (un po’ come sarà alieno dal proprio ambiente il Monsieur Hulot dei film più maturi), ma anche per la satira sulla modernità, evidente soprattutto nell’ultima parte. mediacritica_giorno_di_festa_290Qui il protagonista vuole imitare il metodo di lavoro rapido e acrobatico dei postini statunitensi correndo in modo forsennato sulla sua bicicletta, lanciando lettere e pacchi quasi a caso e saltando dal suo sedile. L’effetto è esilarante non solo per i disastri combinati dall’uomo, ma anche e soprattutto per il contrasto stridente tra la moderna e inutile frenesia del postino e il contesto lento e rurale in cui agisce. Ed è con tale sequenza che Tati si fa beffa del mito dell’efficienza americana e sottolinea ancora una volta l’isolamento del suo personaggio, sempre irriso e fuori luogo.
E se questa è probabilmente la parte più alta del film, anche i minuti precedenti sono ricchi d’invenzioni, come i commenti della vecchietta, lo strabico e i cavalli a dondolo. Ma tra tutte, a emergere in modo particolare sono le gag del moscone, insetto che disturba chiunque e che si annuncia al pubblico soltanto con il suo ronzio. Sketch con i quali Tatì – ispirandosi forse al Chaplin di Luci della città e Tempi moderni − utilizza il sonoro in funzione comica, come farà con ancora maggiore raffinatezza nelle opere successive. Un’idea che dimostra inoltre la vocazione del cineasta a utilizzare in modo creativo e originale determinati mezzi tecnologici. Una tendenza a sperimentare ulteriormente confermata dal fatto che il regista girò l’opera sia con una pellicola in bianco e nero sia con un nuovo sistema a colori, che purtroppo non riuscì a stampare, motivo per il quale il film venne distribuito solo in b/n. Un tentativo fallito ma che dimostra comunque la propensione dell’autore ad affrontare strumenti cinematografici più o meno nuovi, come farà vent’anni dopo con Playtime, girato interamente in 70 mm.

Giorno di festa [Jour de fête, Francia 1949] REGIA Jacques Tati.
CAST Jacques Tati, Guy Decomble, Paul Frankeur, Santa Relli, Maine Vallée, Delcassan.
SCENEGGIATURA Jacques Tati, Henry Marquet, Renè Wheeler. FOTOGRAFIA Jacques Mercanton, Jacques Sauvageot. MUSICHE Jean Yatove.
Comico, durata 76 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly