adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Aguirre, furore di Dio (1972)

sabato 8 ottobre, 2016 | di Eleonora Degrassi
Aguirre, furore di Dio (1972)
Film History
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE WERNER HERZOG
“La terra che io calpesto mi vede e trema”
“Nessuno di noi arriverà vivo laggiù”: così dice Lope de Aguirre, un immenso Klaus Kinski, attore feticcio e protesi corporea del pensiero di Werner Herzog, regista tedesco innamorato di quelle storie che narrano di coloro che si scontrano contro la natura e contro Dio. Il 1560, la missione dei conquistadores, la foresta amazzonica. Un torrente furioso, vette altissime, nebbia impalpabile e una fila di uomini che, stremati, tentano di raggiungere l’Eldorado.

Al centro di Aguirre c’è la spedizione nel cuore dell’Amazzonia, in cui la natura prorompe ed erompe, ma c’è anche un potente racconto nel punto più profondo dell’animo umano in cui ci sono i sogni infranti e i fallimenti. Herzog racconta tra macchine a spalla, semi-soggettive e soggettive la fusione di Aguirre con il naturale, mediacritica_aguirre_furore_di_dio_290il cuore di tenebra di un uomo che non comprende i suoi limiti; il regista ci butta addosso la pelle di un uomo che non ha e non conosce divinità. Ci sono la natura e l’uomo in Aguirre, furore di Dio, primo film in cui il cineasta lavora con Kinski, c’è in un gioco di opposti un realismo onirico che mostra e dà profondità. Ci sono il fallimento pronto ad esplodere e il paesaggio in cui implode e conflagra lo sguardo di Aguirre (e anche il nostro). «La terra che io calpesto mi vede e trema»: il protagonista è un folle, un dio che si crede Dio, un Riccardo III insaziabile di potere che giganteggia in un legame struggente con ciò che gli sta intorno («Se io Aguirre voglio che gli uccelli cadano fulminati, gli uccelli devono cadere stecchiti dagli alberi»). È la natura a portare il capo alla follia quando quest’ultimo si accorge di non poterla dominare né arginare. Il protagonista è animale brutale e anche torrente, simbolo di una natura vorticosa e potente, che poderoso muove di fronte a noi. Il furore di Dio non attacca, non ammazza, ma guarda (incredibilmente il racconto della sua parabola avventurosa è, nonostante tutto, piuttosto statico, si immerge nella pura visione sprofondando nella natura, meravigliosa ma anche nemica, ed è proprio quest’ultima a muovere la narrazione, come anche lo spirito del capobranco), vuole sentirla, partecipare ad essa in una sorte di mitsein. Questo è ciò a cui Herzog è da sempre interessato: mostrare la visione, e tale estasi ci viene consegnata grazie all’occhio del furore di Dio che si perde in un ipnotico incubo che ha il suo apice nella scena finale. Il protagonista è l’unico tra i vari personaggi ad entrare nel paesaggio, per capirne fino in fondo il significato, fondendosi con esso. Francis Ford Coppola ha detto di essersi ispirato al capolavoro del regista tedesco per Apocalypse Now, per il Time è uno dei 100 film migliori di tutti i tempi. Aguirre, furore di Dio è pura meraviglia.

Aguirre, furore di Dio [Aguirre, der Zorn Gottes, Germania Ovest 1972] REGIA Werner Herzog.
CAST Klaus Kinski, Helena Rojo, Ruy Guerrav, Peter Berling.
SCENEGGIATURA Werner Herzog. FOTOGRAFIA Thomas Mauch. MUSICHE Popol Vuh.
Drammatico, durata 100 minuti.

Aguirre, furore di Dio (1972)
4.3 16 85%

One Comment

  1. Luca says:

    Miglior film di Herzog a mio avviso.

    Le scene finali di Aguirre sulla zattera circondato dal fiume sono momenti cinematografici di una potenza visiva e narrativa che ha pochi eguali. Puro grande cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly