adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Ready Player One

sabato 24 marzo, 2018 | di Vincenzo Palermo
Ready Player One
Anteprime
7
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

ANTEPRIMA
To the wonder
Inesauribile e febbricitante. La poetica spielberghiana in Ready Player One compie un salto quantico oltre le colonne d’Ercole e ricompone, in un mirabile pastiche multi-strato (e multi-livello), il più grande e polifonico videogames postmodernista che il cinema abbia mai conosciuto.
Ma c’è tanto altro.

Siamo dalle parti del capolavoro, anche perché chi dirige, sulla sceneggiatura di Zak Penn ed Ernest Cline (scrittore del libro da cui è tratta la pellicola), è un autore capace di spingere la macchina-cinema al di là dell’ultima citazione possibile, regalando ad ogni nostalgico degli anni Ottanta e Novanta un film che non ha la vocazione del monolite da venerare, né l’aura didattica del reperto didattico, quanto quella forza muscolare che deriva dalla carnalità tecnologica di un sogno dentro al sogno assaporato sotto al visore.mediacritica_ready_player_one_290 Un oggetto vivo, insomma. Onirismo e azione spettacolare che durano da quando, ad appena undici anni, il futuro enfant prodige di Hollywood si divertiva a far scontrare treni in cutting continuity e che oggi, con lo stupore replicato dall’inebriante riproposizione della retrocultura pop, si ripete all’ennesima potenza grazie alle inquadrature vertiginose e mai provate prima che compongono questa grande avventura digitale a misura di giovane escapista.
Ready Player One, a voler “giocare” al citazionismo a tutti i costi, è un incrocio tra l’artigianalità distopica di The Zero Theorem (il confino che spetta ai dissidenti), le inquietudini digitali di Black Mirror (corpo-macchina scollato dal corpo umano) e l’edonismo feticistico che abbiamo tanto amato in Turbo Kid, ma il livello commemorativo è superato dalla straordinaria capacità posseduta dal cineasta di saldare l’elemento digitale ad una narrazione pura, lungo un tapis roulant di ebbrezza dionisiaca. Nel tourbillon meraviglioso, tra un cameo di Spawn, le parti da leoni del T-Rex e di King Kong, il superlativo cubo di Zemeckis, Spielberg racconta ancora una volta l’estasi del puer aeternus di fronte agli universi sconfinati e il suo eroismo capace di modificare, grazie ai compagni di ventura, le sorti di un’umanità stipata in container marci e fatiscenti. Una fiaba classica, con tre prove da superare all’interno dell’universo virtuale, che regaleranno al vincitore tanti soldi e la possibilità di controllare Oasis, la fucina illusoria delle meraviglie. Senza addentrarci troppo nella trama diremo che il mondo vero farà capolino all’interno del caleidoscopio avventuroso sotto al visore e permetterà al regista di spiegare che il corpo dell’Homo Ludicus (per citare lo studio di Peppino Ortoleva), in transito obbligatorio attraverso quello del “ragazzo digitale” e trasfigurato nell’odissea virtuale, avrà sempre e comunque un incessante bisogno di realtà.

Ready Player One [id., USA 2018] REGIA Steven Spielberg.
CAST Tye Sheridan, Olivia Cooke, Ben Mendelsohn, T.J. Miller, Simon Pegg, Mark Rylance. SCENEGGIATURA Zak Penn, Ernest Cline. FOTOGRAFIA Janusz Kaminski. MUSICHE Alan Silvestri.
Fantascienza, durata 140 minuti.

Ready Player One
4.8 16 95%

7 Comments

  1. Pierluigi Santise says:

    Buongiorno, innanzitutto complimenti alla redazione per il progetto che portate avanti. Grazie per l’attenta recensione in anteprima! Vi seguo sempre. Un saluto

  2. Riccardo76 says:

    Io l’ho trovato noioso ahimè. Ma capisco e apprezzo il punto di vista critico

  3. Eugenio marlini says:

    Capolavoro forse no, ma azzeccatissimi i parallelismi e soprattutto il taglio videoludico. Per quanto mi riguarda preferisco lo Spielberg impegnato

  4. Sarah gimigli says:

    Un divertente omaggio al cinema che fu. Un gioco che per molti aspetti è politico

  5. Clara Thompson says:

    Sono totalmente d’accordo col redattore, ma non sono stata entusiasta come lui. Diciamo più un quattro su cinque

  6. Wratchild says:

    Una gioia per gli occhi, per l’anima, per la vita associata…Fantastico, sono d’accordo con le vostre recensioni. Bella l’idea di anteprima più consiglio di visione in sala. Vi leggo da poco ma consigliero a tutti il sito. congratulazioni

  7. SamSimon says:

    Anche a noi è piaciuto un sacco Ready Player One, ci siamo divertiti un sacco!

    https://vengonofuoridallefottutepareti.wordpress.com/2018/04/05/ready-player-one-divertentissimo/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly