adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

In Bruges – La coscienza dell’assassino (2008)

sabato 10 Ottobre, 2015 | di Nicole Braida
In Bruges – La coscienza dell’assassino (2008)
Film History
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

SPECIALE ASSASSINI NATI
L’infernale Bruges
Se all’inizio In Bruges – La coscienza dell’assassino potrebbe apparire come una semplice operazione commerciale di promozione della città (e forse in parte lo è), capiamo pian piano che i due protagonisti (Colin Farrell e Brendan Gleeson) sono tutt’altro che dei tipici turisti, ma soprattutto che Bruges, da luogo fiabesco si trasforma grottescamente in una location infernale.

Questa è d’altronde la parabola di Ray (irlandese come Farrell), un giovane killer di professione, perseguitato dal rimorso. Durante il suo primo incarico ha ucciso per sbaglio un bambino e per questo viene subito portato con l’inganno nella cittadina fiamminga per ordine del suo capo Harry (un criminale tutto onore e poco cuore, interpretato da Ralph Fiennes). Ad assisterlo c’è Ken, anch’egli un sicario, che vanta però un’esperienza maggiore.mediacritica_in_bruges_290 Mentre trovano alloggio in un bed&breakfast, per ovviare all’attesa della chiamata di Harry, Ken spinge Ray a fare un giro in città, nonostante egli si dimostri particolarmente disinteressato alla storia e alla bellezza “da fiaba” del luogo. La sera dopo essere usciti a bere una birra (ovviamente belga) si imbattono nelle riprese di una sequenza di un film con un nano: a lavorare sul set c’è una giovane locale (Cloe) di cui Ray si invaghisce. La sera dopo, mentre i due cenano insieme, Ken riceve la chiamata di Harry (mentre guarda in tv L’Infernale Quinlan di Welles) e scopre il vero obiettivo del loro viaggio: la vittima è in realtà Ray. In Bruges, a metà tra noir e commedia, tramuta l’apparente tranquilla cittadina turistica, agghindata dalle luci natalizie, in un luogo di sangue e morte. Lo humor del regista irlandese Martin McDonagh (al suo primo lungometraggio, ma già autore teatrale di successo) smonta inoltre tutti i paradigmi fiabeschi: la bella fiamminga è in realtà una spacciatrice di droga e una ladra di turisti, in una delle casette di mattoni della città si nasconde inoltre un bizzarro trafficante di armi di nome Yuri, le guardie dei musei sono pignole e antipatiche e i turisti sono obesi e permalosi. Alcuni personaggi mancano di profondità (il ragazzo di Cloe e la proprietaria del bed&breakfast), si inseriscono solo come utili strumenti alla sceneggiatura, che scricchiola ogni tanto diventando alquanto surreale, nonostante ciò faccia svolgere fluidamente l’intera faccenda in un succedersi di eventi assurdi ma efficaci (chi s’aspetterebbe d’altra parte di trovare a Bruges due sicari e un attore nano dedito alle droghe?). La musica dai toni natalizi (composta da Carter Burwell, che aveva già lavorato per i Coen) prende ritmo e trasforma in una rapida escalation una tipica notte di vigilia con la neve in un bagno di sangue: i nani, come fa notare Ray a Cloe, non fanno mai una bella fine, specialmente se sono razzisti.

In Bruges – La coscienza dell’assassino [In Bruges, Gran Bretagna 2008] REGIA Martin McDonagh.
CAST Colin Farrell, Brendan Gleeson, Ralph Fiennes, Cleménce Poésy, Jérémie Renier.
SCENEGGIATURA Martin McDonagh. FOTOGRAFIA Eigil Bryld. MONTAGGIO Jon Gregory MUSICHE Carter Burwell.
Noir/Commedia, durata 107 minuti.

In Bruges – La coscienza dell’assassino (2008)
3.6 8 72.5%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly