adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Immortals 3D

lunedì 14 Novembre, 2011 | di Margherita Merlo
Immortals 3D
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Lassù qualcuno ci guarda
Se lo scopo di Immortals è affascinare lo spettatore, catturando la sua attenzione, il risultato è buono: scenografie monumentali per lasciar spaziare lo sguardo, una giusta dose di sangue, nonché il fisico degli attori, tutti giovani, belli e perfetti (caso a parte un Mickey Rourke spietato, vecchio sadico assetato di potere).

Se invece si cercano i riferimenti alla mitologia greca dalla quale vengono tratti personaggi e ambientazioni, quello che si raccoglie è una mera rielaborazione adattata ai fini dello spettacolo. Fortunatamente non siamo ai livelli di Scontro tra Titani, remake di una pellicola del 1981, nel quale si crede di aver a che fare con la mitologia solo perché ci si è scatenati nel tirare in ballo quanti più riferimenti, tra personaggi, creature e situazioni, mischiati insieme senza cura. Non siamo nemmeno vicini al piatto Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo, dove si ridimensiona la tradizione per inserirla nel quotidiano, tra un giovane Mercurio con le Converse alate e Hollywood come porta per il regno dei morti. Prima di tutto cambia il protagonista: dalle due varianti di Perseo, che danno una versione diversa sulla paternità del semidio, si passa a Teseo, qui visto come un bastardo emarginato col compito di salvare l’umanità. Invece dei mostri in rapida successione della versione adulta di Perseo, in questo caso l’eroe deve affrontare esseri senza pietà ma fatti di sangue e carne come lui: come conseguenza la presenza ossessiva di ogni tonalità di rosso, sia esso sangue, stoffa o fiamma. Si vuol esagerare nella battaglia finale (siamo americani!) mettendo in scena contemporaneamente tre lotte: la carneficina tra anonimi soldati, il duello tra l’eroe e l’antagonista, lo scontro tra dei e titani. Quest’ultimo conflitto si differenzia stilisticamente per l’uso insistito del ralenty: espediente per distinguere il divino dall’umano o un discreto omaggio a 300 e ai suoi produttori? Comunque sia è evidente che la cultura religiosa degli antichi greci necessita una rielaborazione per poter approdare al cinema, forse perché considerata poco avvincente o troppo semplice. Sarebbe bene rispolverarla: tra incesti, scontri e mostri da superare, noiosa non è di certo il miglior aggettivo per descriverla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly