adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Django Unchained

sabato 19 Gennaio, 2013 | di Francesco Grieco
Django Unchained
Speciale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Un cinema che non vuole pensieri
Cosa penseranno di Django Unchained i critici contenutisti e ideologici che hanno considerato Bastardi senza gloria il film migliore di Tarantino, solo perché nella sequenza della strage dei nazisti al cinema sembrava palesarsi l’apparente ambizione di voler piegare il cinema e la violenza allo scopo, progressista e politicamente corretto, di cambiare il corso della Storia e quindi del mondo? Evviva, pensavano gli ingenui, Tarantino è finalmente diventato un regista impegnato e militante.

Django Unchained è sì la vicenda di un’icona nera di “coolness” che vince la sua battaglia (politica?) contro tutti i suoi nemici – come Obama l’eletto? –mediacritica_django_unchained2a ma Tarantino non vuole riscrivere la storia tragica della schiavitù dei neri negli Stati Uniti, dandole un lieto fine. Non è mica Spielberg. Ci piace pensare, invece, che da simpatico e amabile cazzone qual è, Tarantino abbia trovato semplicemente un pretesto per triplicare il numero di “nigger” nei dialoghi rispetto a Jackie Brown. E, così, mandare un saluto affettuoso a Spike Lee. Il cinema di Tarantino, dunque, rimane un cinema ludico e senza pensieri, un giocattolo che passa continuamente dalle mani dell’ex commesso di un videonoleggio a quelle del pubblico estasiato e complice, come il decalogo dello spettatore postmoderno impone. E Django Unchained, in particolare rappresenta lo sfizio di girare finalmente un western e infilarci tanti begli omaggi alle colonne sonore dei vecchi film di genere italiani, film-opera, come ha intuito perfettamente Emiliano Morreale. Django Unchained è un film-compilation [*], soprattutto nella parte finale: come un dj, Tarantino passa da una canzone all’altra, attraversando i generi musical più disparati, compreso l’hip hop di 2Pac. E costruendo sul ritmo della musica sequenze che sembrano videoclip autosufficienti, segmenti estetizzanti e manieristici di grande bellezza formale e consapevolmente privi di contenuto. Momenti che si intervallano con sapienza alle scene dialogate e logorroiche, dagli esiti di esilarante naturalezza, marchio di fabbrica del Tarantino eccellente sceneggiatore. Django Unchained, quindi, non risulta affatto frammentario o dispersivo: tutto si tiene e la durata monstre non si fa sentire. Diffidate da chi, ingannato dalla visione di cappelli e cavalli, nomina a sproposito Peckinpah. Qui lo slow motion sanguinario non ha nulla di sovversivo o elegiaco ed è accostabile, piuttosto, all’impressionante spettacolarizzazione del John Woo dei bei tempi. Infine, non è importante chiedersi quanto sadismo e compiacimento ci siano nello sguardo di Tarantino. Sappiamo che non è mai stato Bresson. La presenza di Tom Savini nei titoli di coda sta a dimostrarlo.

Nota: per la definizione di “film-compilation” [*] Cfr. V. Buccheri, Sguardi sul postmoderno, p.39, Milano, ISU Università Cattolica, 2000.

Django Unchained [id., USA 2012] REGIA Quentin Tarantino.
CAST Christoph Waltz, Jamie Foxx, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Kerry Washington.
SCENEGGIATURA Quentin Tarantino. FOTOGRAFIA Robert Richardson. MUSICHE Autori Vari.
Western, durata 165 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly