adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Il passato

sabato 2 Novembre, 2013 | di Filippo Zoratti
Il passato
Viennale
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

51. Viennale – Vienna International Film Festival, dal 24 ottobre al 6 novembre 2013, Vienna

Una separazione, atto secondo
Come fosse la prosecuzione di un ragionamento dal quale non ci si riesce più a staccare e a cui la mente ritorna ciclicamente, il regista iraniano Asghar Farhadi ricomincia da dove aveva finito. Ovvero da una coppia in frantumi, che decide di divorziare e dividersi definitivamente.

Lo fa con tale naturalezza da trarci in inganno nel momento stesso in cui il protagonista entra in scena, con i suoi connotati fisici simili (di più, identici) a quelli del personaggio principale di Una separazione. Ma Ahmad non è Nader, e la vicenda che stiamo per seguire ribalta il punto di vista di partenza:mediacritica_le_passe dalla particolarità della situazione socio-culturale iraniana che si riflette nell’universalità umana si passa al macrocosmo di una quotidianità comune che assume caratteristiche uniche e complesse. Se in Una separazione l’ambientazione – Teheran – era essenziale per comprendere determinati processi di causa-effetto, con Il passato lo sfondo è incolore. Perché siamo a Parigi, ma potremmo essere in una qualunque periferia del mondo. Con l’approccio verosimile e apparentemente “accidentale” cui ormai siamo avvezzi fin dai tempi di About Elly, Farhadi muove le proprie pedine gettandole nel caos/caso dell’esistenza, cariche di esperienze passate e turbate dall’imprevedibilità del futuro. Ahmad torna per espletare una formalità: il divorzio dalla moglie Marie, che non vede da quattro anni. Una firma, per poter iniziare una nuova vita. Ma il passato “è una terra straniera” da cui è impossibile congedarsi: Marie ha due figlie nate da un legame precedente e il rapporto con la più grande, Lucie, è del tutto incrinato; Samir, nuovo compagno di Marie, si imbarca nella nuova relazione mentre la moglie è in coma per un tentato suicidio; lo stesso Ahmad, che pur accetta placidamente il ruolo di mediatore, porta sulle proprie spalle dolenti e incancellabili ricordi. Il passato non ci parla di destino, ma di libero arbitrio: ogni azione ha delle conseguenze capaci di condizionare il nostro presente e il nostro futuro. Ogni carattere appare sempre sul punto di esplodere e, come nella realtà, ognuno di noi può essere di volta in volta vittima o carnefice. Il groviglio dei rapporti umani è impossibile da sciogliere o da ricondurre a un’unica trama, e per questo lo script non ricerca semplificazioni o scappatoie. Al contrario, possiamo facilmente perderci e non ritrovarci più, immersi in una frammentazione familiare gravida di tensione e disagio. E possiamo persino provare fastidio per quell’ultima straordinaria scena finale che, coerentemente, non solo non chiude le fila del racconto, ma apre mille possibili nuovi percorsi. Che non vedremo mai sullo schermo, ma che immagineremo a lungo anche dopo la fine dei titoli di coda.

Il passato [Le Passé, Francia/Italia/Iran 2013] REGIA Asghar Farhadi.
CAST Bérénice Bejo, Tahar Rahim, Ali Mosaffa, Valeria Cavalli.
SCENEGGIATURA Asghar Farhadi, Massoumeh Lahidji. FOTOGRAFIA Mahmoud Kalari. MUSICHE Evgeni Gualperine, Youli Galperine.
Drammatico, durata 130 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly