adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Legend

sabato 5 Marzo, 2016 | di Michele Galardini
Legend
In Evidenza
3
Facebooktwittermail
Voto autore:

A romantic gangster movie
I gemelli Reginald e Ronald Kray, quest’ultimo omosessuale dichiarato, vogliono diventare i padroni della swinging London degli anni ’60. Partendo dall’East End organizzano un traffico di droga e soldi sporchi talmente solido che anche i cugini d’oltreoceano, boss dei casinò di Las Vegas, si convinceranno a fare affari con loro. Ma i due gangster psicopatici non dovranno fare i conti solo con i nemici e i poliziotti.

Il prolifico sceneggiatore Brian Helgeland (Mystic River, Ipotesi di complotto, Robin Hood di Ridley Scott) torna dietro la macchina da presa, due anni dopo 42 – La vera storia di una leggenda americana (in originale solo 42) per raccontare nuovamente una leggenda verissima del Novecento. Dopo Jackie Robinson, mediacritica_legend_290primo afroamericano della Major League di Baseball americano, tocca ai terribili gemelli Kray, entrambi interpretati con attente sfumature da Tom Hardy, attore sempre più magnetico capace di dividere perfettamente mente e volto fra la schizofrenia di Ronald e la romantica brutalità di Reginald. Legend si presenta come un gangster movie atipico nel quale i pochi momenti veramente gangsteristici, sparatorie, lotte interne per la conquista del potere e scontri fra gang rivali, rappresentano solamente lo spazio, minuscolo, che separa le due colonne d’Ercole portanti del film: il rapporto fra i gemelli e la storia d’amore fra Reginald e Frances Shea (Emily Browning), quest’ultima anche voce narrante alla maniera del Joe Gillis di Viale del tramonto. Ed è proprio nel racconto di come fu l’amore, e non il sangue, a distruggere un impero che Helgeland dimostra buone capacità di rilettura dei canoni, a dire il vero ormai sorpassati, del genere hollywoodiano di maggiore successo negli anni ’30: sono infatti poche le pallottole sprecate ed è ridotto praticamente a zero il percorso di ascesa criminale. “Tutte le volte che ti vedo rimango senza fiato”, “allora prendi un po’ del mio”: potrebbe essere uno scambio riconducibile ad una commedia romantica e invece intesse una delle scene più importanti del film, il ritorno di Reginald da Frances dopo la galera. Se il film non soffrisse di una stanca ripetitività di azioni e luoghi e di una lunghezza che affossa lo spettro d’attenzione dello spettatore, potremmo benissimo parlare di una delle storie d’amore più originali e in uno dei personaggi femminili più drammatici del 2015. Nella sua lotta romantica contro la natura di Reginald e contro la presenza del suo gemello, al tempo stesso fragile e brutale, Frances viene spinta al largo di una casa sicura, seppur condizionata dalla presenza di una madre oppressiva, verso isole di totale follia come l’abitazione dei genitori dei Kray, altra grande coppia psicotica, e in questo suo naufragare perde mano a mano tutto quello che le è rimasto: un amore, un posto nel mondo, la vita.

Legend [id., Gran Bretagna 2015] REGIA Brian Helgeland.
CAST Tom Hardy, Emily Browning, Christopher Eccleston, David Thewlis, Chazz Palminteri.
SCENEGGIATURA Brian Helgeland. FOTOGRAFIA Dick Pope. MUSICHE Carter Burwell.

Drammatico, durata 131 minuti.

3 Comments

  1. Sensei says:

    Com’è il doppiaggio in italiano? Data la “natura doppia” del protagonista ero dubbioso se vederlo doppiato per non dover rinunciare al (immagino) virtuosismo vocale di Tom Hardy.

  2. Michele Galardini says:

    Ho visto solo il trailer in originale e mi sembrava meno marcato l’handicap di Ronald, forse il doppiaggio lo estremizza eccessivamente. Attendo con ansia il dvd per farmi un’idea precisa

  3. harley_quinn says:

    Non potrei essere più d’accordo. Il film è troppo lungo, però l’interpretazione di Tom Hardy e di Emily valgono tutti questi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly