adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La rivoluzione interiore. Corpi senza organi nel cinema di David Cronenberg

sabato 27 Febbraio, 2021 | di Edoardo Peretti
La rivoluzione interiore. Corpi senza organi nel cinema di David Cronenberg
libri
0
Facebooktwittermail

Pensiero è immagine
La rivoluzione interiore. Corpi senza organi nel cinema di David Cronenberg (Aracne Editrice) di Martina Puliatti non è un’ennesima ovvia monografia sul regista canadese; anzi, David Cronenberg non è nemmeno il vero grande protagonista del volume, pur nell’approfondito racconto della sua carriera e nella densità delle analisi e delle riflessioni sulla sua filmografia, così come non sono protagonisti assoluti Antonin Artaud e Gilles Deleuze, le cui weltanschauung sono raccontate in maniera altrettanto precisa. 

Il vero protagonista della densa e stimolante trattazione è un concetto che, come tutte le idee che partono dal mondo scandagliandolo nel profondo per volerlo rivoltare completamente, è contemporaneamente concreto ed etereo, potente e sfuggente e soprattutto “in continuo divenire”:  il Corpo Senza Organi (CsO), teorizzato da Deleuze e dallo psicoanalista Félix Guattari. In estrema e inevitabilmente schematica sintesi, il CsO è il superamento e la negazione del corpo biologicamente inteso, visto come gabbia imposta dalle varie sfumature del “potere” e della “coercizione” e come negazione del desiderio, il vero motore delle reali possibilità creative ed “esistenziali” dell’uomo.

Il CsO, già evocato nelle utopie dissonanti di Artaud, è stato teorizzato, mutando con coerenza, in una serie di scritti che Deleuze e Guattari hanno realizzato nel corso degli anni, e in qualche modo questo suo “continuo divenire” ha continuato a evolvere nel percorso di David Cronenberg. Il CsO, per fare esempi delle connessioni colte da Puliatti, è stato evocato nel “viaggio al termine della carne umana” di Videodrome o nel “corpo morto e rinato ibridandosi alla macchina” di Crash, fino a caratterizzare per mezzo del concetto doloroso e inevitabile di desiderio l’essenza melodrammatica di molto cinema dell’autore canadese, da La mosca a M. Butterfly.

Il cinema di Cronenberg nella visione dell’autrice non è quindi un bigino che spiega un pensiero filosofico, ma è esso stesso una forma di speculazione, di “pensiero per immagini”, che fa sì che il concetto stesso maturi e si evolva; tanto più considerando che tra il pensatore e il regista c’erano anche ottiche di partenza differenti – l’assenza di un impegno politico esplicito in Cronenberg.

Proprio questo è il punto di forza di La rivoluzione interiore: accendere cioè una luce originale sul rapporto tra cinema e filosofia, all’insegna della continua contaminazione, in cui i rapporti di forza sono in qualche modo pari. Un approccio critico stimolante che, coerentemente con la forza sfuggente del concetto di CsO che si adatta a considerazioni interiori e intime tanto quanto storiche e politiche, permette di addentrarsi nell’altrettanto sfuggente e potente visione del mondo di Cronenberg e di coglierne la sua coerente varietà.

Tra i tanti stimoli proposti, risalta per esempio l’urgenza e l’attualità di molte riflessioni in tempi di sempre più chiaro controllo, per così dire, “tecnocrate” e di sottile negazione omologante di certi aspetti profondi e “veri” dell’uomo.

La rivoluzione interiore. Corpi senza organi nel cinema di David Cronenberg. 
AUTORE: Martina Puliatti. 
EDITORE: Aracne Editrice. ANNO: 2020.
296 pagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly