adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Balle spaziali (1987)

sabato 28 Giugno, 2014 | di Alex Tribelli
Balle spaziali (1987)
Film History
3
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE BUON COMPLEANNO MEL BROOKS
“Quanto è grosso il tuo casco!”
Mel Brooks, il re della parodia, ci regala nel 1987 Balle spaziali, presa in giro della saga fantascientifica più amata di sempre: Guerre stellari. Che l’invenzione di George Lucas sia oggetto di culto lo sappiamo da molto tempo, basta pensare ai numerosi video caricati su YouTube ad essa dedicati: parodie, rimontaggi, remixaggi, brevi clip d’animazione, attraverso cui i fan hanno potuto esprimere la loro passione nell’era della partecipazione.

Il film di Brooks rappresenta uno dei primi tentativi di parodia della celebre saga anche se spazia tra altri titoli fantascientifici: Alien (1979) di Ridley Scott e Il pianeta delle scimmie (1968) di Franklin J. Schaffner su tutti. Siamo, come recita la scritta introduttiva, fuori dal tempo in una galassia molto, molto, molto, molto lontana in cui il mediacritica_balle_spaziali_290potente Presidente Scrocco – lo stesso Brooks – pianifica il furto dell’aria gravitante attorno al pianeta Druidia per rifornire il suo, Spaceball, rimasto ormai senza. In quest’impresa è aiutato dal temibile Lord Casco il quale tenta di rapire la principessa Vespa, abitante di Druidia. Toccherà a Stella Solitaria e al fido Rutto salvare la situazione, ancor più sicuri di se stessi dopo l’incontro con il saggio Yogurt (i nomi sono quelli della versione italiana). La trama ricalca a grandi linee quella del primo Guerre stellari (1977) di Lucas e, trattandosi comunque di una parodia, presenta molte incongruenze e illogicità. Ma questo non importa perché, come ben sappiamo, ciò che conta veramente sono le geniali trovate a cui Mel Brooks ci ha abituato. In Balle spaziali, tuttavia, non sempre sono all’altezza dei suoi film migliori risultando spesso banali se non addirittura patetiche. E gli stessi personaggi non sono perfettamente riusciti. Le dovute eccezioni comunque non mancano: ricordiamo il canuomo Rutto – salvato più che altro grazie all’indimenticabile John Candy – e l’esile Lord Casco di Rick Moranis che fa il verso al possente Darth Vader, il cui enorme casco è l’unico simbolo (fallico) della sua “grandiosa” potenza. E c’è spazio pure per il metacinema: in più momenti si assiste allo svelamento del dispositivo cinematografico – non è da stupirsi dato che si tratta di una parodia – e addirittura gli stessi malefici personaggi riavvolgono la “videocassetta istantanea” del film per scoprire dove si nascondono i fuggiaschi, soluzione narrativa metalettica possibile solo nel cinema di Mel Brooks. In ogni caso, Balle spaziali risulta ancora oggi un film godibile e divertente anche se non all’altezza degli esiti migliori del regista, Mezzogiorno e mezzo di fuoco (1974) e Frankenstein Junior (1974) su tutti.

Balle spaziali [Spaceballs, USA 1987] REGIA Mel Brooks.
CAST Mel Brooks, Rick Moranis, Bill Pullman, Daphne Zuniga, John Candy.
SCENEGGIATURA Mel Brooks, Thomas Meehan, Ronny Graham. FOTOGRAFIA Nick McLean. MUSICHE John Morris.
Parodia/Fantascienza, durata 96 minuti.

3 Comments

  1. Yeah! says:

    L’ho trovato un brutto film comico,poco divertente e non in grado di “usare” la volgarità con efficacia. Molto inferiore alla media di Mel Brooks; se non fosse suo, penso che sarebbe stato trattato con molta più severità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly