adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Thank You for Smoking (2006)

sabato 14 Gennaio, 2017 | di Edoardo Peretti
Thank You for Smoking (2006)
Film History
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE CINEMA LOBBISTA
Maledetti benedetti vizi!
Thank You for Smoking, film d’esordio di Jason Reitman, è una commedia caustica, più beffarda che realmente cinica, sulla fluidità della verità e delle posizioni etiche e morali, che – dato che si parla di sigarette – sembrano avere la stessa consistenza del fumo.

O meglio, è un film su come queste vengono sacrificate sull’altare della necessità dell’apparenza e della convenienza, e su come le regole del gioco valgano a prescindere dalla bontà e dalla giustezza della posizione di partenza. Reitman rappresenta questa mancanza di reali riferimenti etici rifuggendo, fino ad arrivare ai limiti del ribaltamento parodico, mediacritica_thank_you_for_smoking_290lo schematismo classico dei film di denuncia con le lobby nel ruolo dei cattivi – si veda l’esempio dell’ottimo Insider di Michael Mann, o quello non più che discreto di Erin Brockovich di Steven Soderbergh –, in cui i confini bene/male e buoni/cattivi sono netti e chiaramente delineati e in cui le convinzioni dello spettatore vengono coccolate e confermate. Se in quei casi, per esempio, è l’eroe che lotta contro il potere delle lobby a essere vittima di minacce e a rischiare, ben che vada, la vita privata in frantumi, nel film di Reitman è il lobbista protagonista, la classica simpatica canaglia, a essere vittima di un rapimento compiuto da fanatici estremisti antifumo, arrivando ad un passo dalla morte; inoltre, i personaggi tipicamente eroi di quel tipo di film, dal giornalista alla ricerca della verità al politico che lotta per i diritti, qui sono altrettanto moralmente cinici, spregiudicati e ipocriti del lobbista protagonista. Esemplare da questo punto di vista è il senatore Finisterre, capofila della lotta contro le sigarette, forse il personaggio del film con cui è più difficile empatizzare e quello maggiormente messo in ridicolo, anche perché non propriamente una cima. Thank You for Smoking rappresenta quindi un mondo “liquido” e con pochi punti di riferimento in cui tutto pare relativo e nulla è davvero fino in fondo e totalmente incasellabile nelle categorie del giusto e dello sbagliato, continuamente interscambiabili, se non nella loro essenza, perlomeno nel loro agire. Non esistono personaggi positivi, ma la simpatia dello spettatore va alla faccia da schiaffi del protagonista, perlomeno l’unico sincero con se stesso e consapevole, nonché l’unico, in particolare nel rapporto con il figlio, ad avere schegge d’umanità. Tutto questo senza che il film prenda una posizione, limitandosi ad osservare con occhio beffardo, cosa che rende ancora più efficace la rappresentazione della liquidità e della relatività delle posizioni etiche e morali. Beffardo è anche il fatto che nel film non venga accesa una sigaretta che sia una, nonostante le paglie siano evocate in continuazione.

Thank You for Smoking [id., USA 2006] REGIA Jason Reitman.
CAST Aaron Eckhart, William H. Macy, J.K. Simmons, Robert Duvall, Katie Holmes.
SCENEGGIATURA Jason Reitman. FOTOGRAFIA Jim Whitaker. MUSICHE Rolfe Kent.
Commedia, durata 92 minuti.

2 Comments

  1. Rod e Tod says:

    È buffo come il ricordo di questo film, che all’uscita al cinema non mi aveva particolarmente colpito, sia ancora vivido e acceso nella mia memoria… come se lo avessi visto ieri! Un film che migliora col tempo, sempre più attuale per me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly