adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

La notte dei morti viventi (1968)

sabato 20 Maggio, 2017 | di Alex Tribelli
La notte dei morti viventi (1968)
Film History
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE HORROR POLITICO
Le contraddizioni di un’epoca, in una sola nottata
Titolo di culto ed emblema del New Horror, con la sua carica sovversiva e politica, La notte dei morti viventi di George A. Romero segna un punto di non ritorno per il genere a cui appartiene. Realizzato da un gruppo di amici con poco più di centomila dollari, stupì fin da subito il pubblico e la critica europea per la sua carica rivoluzionaria.

La vicenda è nota a tutti, tant’è che viene unanimemente considerato il film di zombi per eccellenza, quello che traghettò la figura orrorifica del morto vivente legata al folklore haitiano nella modernità, caricandola di metafore politiche e sociali. Poco importa se nel film gli zombi sono tornati in “vita” a causa di radiazioni provenienti da una navicellamediacritica_la_notte_dei_morti_viventi_290 spaziale – pretesto poco plausibile e del tutto insignificante –, ciò che colpisce è la rappresentazione dei morti viventi affamati di carne umana che attaccano una casa isolata nel bosco – luogo classico dell’horror per antonomasia – in cui trovano riparo alcuni sopravvissuti. Gli zombi altro non sono che una metafora della società di massa: per quanto letali in gruppo, sono lenti e inebetiti, quasi ipnotizzati, esattamente come gli esseri umani nell’era contemporanea, sempre più alienati dalla realtà in cui vivono e accecati dal consumismo. L’uomo è ormai sedotto da qualsiasi cosa gli si ponga davanti esattamente come lo zombi divora qualsiasi pezzo di carne gli arrivi a portata di bocca. Questa metafora verrà portata alle estreme conseguenze nel successivo Zombi (1978), sempre di Romero. Ma La notte dei morti viventi colpisce anche per la raffigurazione del piccolo gruppo di umani asserragliati all’interno della casa. Impossibile non vederci l’eterna autodistruzione insita nell’uomo: anziché far fronte comune contro il pericolo prevalgono le divisioni interne, la brama di potere, l’egoismo e l’individualismo. Alla fine gli zombi avranno la meglio ma solo perché il gruppo si distrugge da solo. Quei sette personaggi rappresentano la società americana dell’epoca con tutte le sue contraddizioni e inquietudini, tutt’ora irrisolte. Basti solo la disintegrazione della famiglia tradizionale evidente nella sequenza in cui la bambina, infettata dai morti viventi, divora il padre e la madre. I riferimenti al Vietnam, al razzismo e al libero possesso di armi pervadono il film, per quanto non sempre inseriti consapevolmente all’atto della realizzazione, mentre il finale rappresenta un vero e proprio pugno nello stomaco dello spettatore. La domanda sorge spontanea: chi sono i veri mostri? Gli zombi o la gente “normale”?

La notte dei morti viventi [Night of the Living Dead, USA 1968] REGIA George A. Romero.
CAST Duane Jones, Judith O’Dea, Karl Hardman, Marilyn Eastman, Keith Wayne.
SCENEGGIATURA John A. Russo, George A. Romero. FOTOGRAFIA George A. Romero, Joseph Unitas. MONTAGGIO George A. Romero, John A. Russo.
Horror, durata 96 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly