adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Life is strange

sabato 5 marzo, 2016 | di Massimo Padoin
Life is strange
Media
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

La tempesta e la farfalla
Le avventure grafiche per anni sono state considerate un genere morto, dopo i fasti di metà e fine ’90, troppo di nicchia e statiche per l’evoluzione degli standard videoludici. L’intensificarsi però dell’attenzione da parte dei grandi publisher verso un’esperienza che riuscisse ad avvicinarsi a quella cinematografica ha riportato il genere ad avere un ruolo di primo piano nell’industria.

Spacciati erroneamente come “film interattivi”, in realtà l’approccio intrapreso dal genere è quello dell’ipertesto, avventure che mettono in primo piano le scelte del giocatore all’interno di un contesto narrativo marcato. Non è un caso quindi che principalmente siano stati affrontati generi narrativi forti, come il thriller (Heavy Rain), l’horror (Untill Dawn) o la fantascienza (Beyond: Two Souls); ma se c’è qualcosa che la versione videoludica di The Walking Dead mediacritica_life_is_strange_290ha mostrato è che quello che realmente fa la differenza in produzioni del genere non sono tanto le decisioni sui singoli eventi, ma le scelte relative al rapporto tra i singoli personaggi. Ecco allora che sostanzialmente Life is strange impone al giocatore l’importanza dei rapporti interpersonali, più anche dell’imminente tempesta che sta per abbattersi su Arcadia Bay (che la protagonista Max prevede in sogno) o della scomparsa della giovane Rachel Amber, i due cliffhanger che reggono la struttura episodica del titolo. Un po’ Donnie Darko, un po’ Twin Peaks e con un’atmosfera da college movie statunitense, Life is strange mette in mano al giocatore la possibilità di manipolare il tempo tornando indietro per cambiare le proprie scelte. Se il tono fantascientifico a parole sembra essere l’elemento predominante del videogame, a conti fatti il fulcro sta invece sulla qualità delle scelte che si ripercuotono nelle vite di chi circonda Max: dalla punk Chloe (coprotagonista della vicenda) alla fragile Kate, passando per le figure che animano il campus universitario, tutte caratterizzate dai segreti che nascondono. È proprio nella vita collegiale che Life is strange trova terreno fertile per inscenare i dubbi, le fragilità e la forza di una ragazza di quella età, ma anche l’insostenibile peso delle proprie scelte, la cui reversibilità è sì possibile, ma mai atta a deresponsabilizzare le proprie azioni, perché in fondo da singole e piccole decisioni possono derivare gravi e imprevedibili conseguenze, come un battito d’ali di una farfalla può provocare un tornado dall’altra parte del mondo. La produzione dei Dontnod Entertainment, uscita in questa versione che raccoglie tutti e cinque gli episodi in versione scatolata, sceglie di raccontare le vicende di Max con un tono intimo e lieve, facendo particolare affidamento a una colonna sonora indie rock, allo stesso modo della regia visiva che ripropone gli stilemi di una pensosa leggerezza tanto cara al cinema indipendente statunitense contemporaneo. Life is strange coadiuva così tutti questi elementi trovando la chiave proprio nel tono mantenuto nell’avventura. La leggera stranezza che tutti gli adolescenti provano alla loro età certamente viene accentuata dai poteri di Max e dalle visioni di distruzione, ma trovando fulcro, vivacità e identità nella vita affettiva tra le persone che ci circondano e dalle scelte che noi facciamo in relazione a esse.

Life is strange [id., Canada 2015] SVILUPPATORE Dontnod Entertainment.
DISTRIBUZIONE Square Enix.
PIATTAFORME Pc, Playstation 4, Playstation 3, Xbox One, Xbox 360.
Avventura grafica, 5 episodi.

Life is strange
3.5 2 70%

One Comment

  1. Pingback: Vampyr - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly