adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Roman Polanski: A Film Memoir

lunedì 21 Maggio, 2012 | di Francesco Grieco
Roman Polanski: A Film Memoir
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Vita di un ottimista
L’interesse che suscita Roman Polanski: A Film Memoir sta tutto nella possibilità che ci offre di ascoltare dalla viva voce del grande regista il racconto della sua vita eccezionale. Polanski, solitamente un po’ reticente e sospettoso nelle interviste a causa dell’invadenza dei giornalisti nella sua vita privata, invece chiacchiera con disinvoltura con l’amico di vecchia data Andrew Braunsberg, che incontra in due distinte occasioni e che gli pone domande con delicate e rispettose anche nei momenti di commozione.

In due parti del film, appunto, vediamo Polanski scoppiare in lacrime: non quando rievoca la tragica fine di Sharon Tate – preannunciata da un oscuro presentimento – e la definisce l’evento più traumatico della sua vita, ma quando ricorda il giorno in cui, da bambino, a Varsavia rivede il padre dopo tanto tempo e poi quando narra della circostanza in cui viene a sapere,polanski_a_film_memoir proprio dal padre, che i nazisti hanno catturato la madre. Il film, infatti, inizia con la notizia data in tv dell’arresto di Polanski in Svizzera, nel 2009 – avvenimento a cui Roman reagisce con sorprendente calma – e poi si sofferma subito sull’infanzia del regista, tra fame, povertà e morte. Non bisogna pensare, però, che il documentario sia solo commovente per lo spettatore. Polanski è uomo di spettacolo di grande ironia e dal precoce talento recitativo: è uno spasso vederlo mimare con grande espressività il gesto del soldato tedesco che prende la mira e gli spara, mancandolo, oppure riprodurre con la voce il rumore degli aerei degli alleati. Una prova del grande carattere di Polanski, invece, è la sicurezza con cui, giovanissimo, ospite di un programma radiofonico per ragazzini, lo critica duramente per la scarsa spontaneità dei partecipanti, dichiarandosi capace di fare molto di meglio. Un’altra chicca sono i disegni del sottomarino a pedali, realizzati da Polanski per progettare di fuggire dal luogo in cui svolgeva il servizio militare. Incredibile anche la schiettezza con cui l’autore polacco definisce Repulsion l’unica “marchetta” della sua carriera, mentre all’opposto risulta abbastanza prevedibile che sia Il pianista il film per cui vorrebbe essere ricordato: è proprio in quest’osannata pellicola che Polanski rivive l’infanzia triste in Polonia e il dramma del ghetto ebraico. Il film, ovviamente, allude anche al caso Samantha Geimer – ben raccontato da un altro documentario, Roman Polanski: Wanted and Desired – e tenta, attraverso degli accostamenti di immagini, nel montaggio, di mostrare il nesso tra la vita privata di Polanski e il contenuto dei suoi film. Non sempre vi riesce, ma di sicuro, pur nella sua convenzionalità stilistica, è un’opera utile per conoscere meglio un personaggio affascinante, geniale e… ottimista.

Roman Polanski: A Film Memoir [Id., Francia/Italia 2012] REGIA Laurent Bouzereau.
SOGGETTO Laurent Bouzereau. FOTOGRAFIA Paweł Edelman. MUSICHE Alexandre Desplat.
Documentario, durata 94 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly