adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Il cammino per Santiago

lunedì 23 Luglio, 2012 | di Filippo Zoratti
Il cammino per Santiago
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Ritorno a casa
Per riassumere al meglio trama e contenuti dell’ultima opera di Emilio Estevez basterebbe la drastica e tranciante sentenza data dal critico Mick LaSalle per il San Francisco Chronicle: “Un rispettabilissimo noiosissimo film”. In effetti il flusso lento e inesorabile che scandisce lo svolgimento di Il cammino per Santiago appare talmente tanto continuato e pressante da non poter risultare casuale, quanto piuttosto una precisa scelta registica.

Il primo e unico colpo di scena Estevez lo gioca subito, dopo appena un paio di minuti: la morte di un figlio adulto, comunicata al padre mentre quest’ultimo sta amabilmente giocando a golf. Se l’eventualità di un genitore che sopravvive alla propria prole è già di per sé una tragedia, in questo caso ad aumentare il carico di emotività contribuiscono le circostanze: Daniel muore dopo aver rinunciato ad un’esistenza di agiatezze e aver intrapreso il Cammino di Santiago, la famosa via di pellegrinaggio verso Compostela, in Spagna. A papà Tom (interpretato da Martin Sheen, vero padre di Estevez) non rimane che l’elaborazione del lutto, attraverso l’apparentemente scriteriata decisione di portare a compimento egli stesso quel viaggio. Anche perché Tom ha sempre accettato le decisioni di Daniel senza comprenderle, rimanendo ancorato alla lapidaria verità che gli si è abbattuta contro in uno degli ultimi momenti passati assieme: “Non hai scelto la vita, papà, ne vivi semplicemente una”. Dietro la cinepresa, il regista Estevez sfugge pervicacemente alle trappole retoriche dell’on the road eludendo ogni possibile spettacolarità e rivestendo il protagonista di un’umanità ben lontana dalle spavalderie over 60 cui ultimamente il cinema yankee ci ha abituato: qua non ci sono “mercenari” ipertrofici pronti a conquistare il mondo a suon di botte, ma un piccolo e perplesso Martin Sheen che arranca e inciampa, lemme lemme, accettando l’inevitabilità del tempo che passa. È forse questo l’aspetto migliore di una pellicola che, concentrandosi su fotografia e ambientazione naturalistica, finisce purtroppo per incartarsi su stereotipi e psicologie da cartolina. Lungo la strada al nostro antieroe si affiancheranno spagnoli che giocano a fare i toreri, olandesi con la cannabis sempre a portata di tasca, irlandesi alcolisti e una comunità zingara che danza attorno al fuoco, capitanata da un capopopolo identico a Tonino Carotone. A tenere unite le tappe del percorso una colonna sonora indie-pop astuta oltre ogni dire, che inanella New Slang degli Shins, Thank You di Alanis Morrisette e Lost! dei Coldplay. E che finisce per farci accettare i piccoli/grandi errori di un film imperfetto, guardando alla grandezza cui aspirava più che all’altalenante risultato finale.

Il cammino per Santiago [The Way, USA/Spagna 2010] REGIA Emilio Estevez.
CAST Martin Sheen, Emilio Estevez, Deborah Kara Unger, Ángela Molina.
SCENEGGIATURA Emilio Estevez (tratta dal libro Off the Road: a Modern-day Walk Down the Pilgrim’s Route into Spain di Jack Hitt). FOTOGRAFIA Juanmi Azpiroz, Anthony Von Seck, Emilio Estevez. MUSICHE Tyler Bates.
Drammatico, durata 121 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly