adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Dracula

sabato 24 Novembre, 2012 | di Edoardo Peretti
Dracula
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Qualche volta ai vampiri l’argento piace
Il vampiro non muore mai. Questo non solo nel folklore e nella leggenda, ma anche nel cinema: i vampiri sul grande schermo infatti sono vecchi quasi quanto la stessa Settima Arte, siano essi più o meno direttamente riconducibili all’opera di Bram Stoker.

Uno dei pochi protagonisti del cinema horror che non aveva ancora affrontato la più celebre creatura delle tenebre era Dario Argento, il quale ha rimediato alla mancanza con Dracula, presentato fuori concorso all’ultimo Festival di Cannes. Il film è ispirato a grandi linee al romanzo di Bram Stoker, usato come cornice generale per situazioni e personaggi riconoscibili e da cui pure si differenzia in molti aspetti anche significativi. Viene evitata quindi la semplice e didascalica traduzione in immagini dell’opera letteraria, che per un regista visionario ma anche narrativamente anarchico come Argento sarebbe stata probabilmente deleteria. Rimanendo ancora lontano dagli antichi splendori ma anche dalle recenti cadute, il regista regala un’opera di buon artigianato, coinvolgente al punto giusto, con qualche ottima scena e qualche altra un po’ più raffazzonata, dichiaratamente di serie B anche se non privo di raffinatezze e zampate da maestro. L’immaginario di riferimento principale è il gotico, di cui ritornano molti luoghi ricorrenti e che riecheggia nelle luci, negli ambienti e nelle atmosfere: così in certi momenti sembra quasi di essere in un film della Hammer, omaggiata direttamente da piccoli elementi e particolari presenti qua e là, come per esempio il fondale montano dichiaratamente finto, molto anni Cinquanta, visibile all’arrivo di Jonhatan Harker alla stazione del villaggio. L’ambientazione gotica non impedisce ad Argento di lasciare alcune sue firme tipiche e di riprendere elementi ricorrenti del suo cinema: oltre alla proverbiale sanguinarietà delle uccisioni e la disattenzione verso gli aspetti più strettamente narrativi, i primi piani degli insetti in cui frequentemente il Conte si trasforma ricordano Phenomena, così come la luminosità e l’irrealtà dei colori in certe scene rimanda alla ricerca sull’illuminazione presente nei suoi film tra gli anni Settanta e Ottanta (da Suspiria, con cui Dracula ha in comune Luciano Tovoli come direttore della fotografia, in giù). L’abile utilizzo della tridimensionalità permette di sfruttare appieno l’atmosfera di inquietudine e di terrore già creata dalla scelta di location e di ambienti adeguati (il “Ricetto” di Candelo, villaggio medievale nel biellese). Insomma, il Dracula di Dario Argento non sarà memorabile, ma l’incontro tra uno dei maestri del cinema horror e uno dei miti e delle icone principali del terrore non lascia insoddisfatti.

Dracula (Id., Italia/Francia/Spagna 2012) REGIA Dario Argento
CAST Thomas Kretschmann , Rutger Hauer, Marta Gastini, Asia Argento.
SCENEGGIATURA D. Argento, Enrique Cerezo, Stefano Piani, Antonio Tentori FOTOGRAFIA Luciano Tovoli MUSICA Claudio Simonetti.
Horror, 106 minuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly