adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

I disperati di Sandor

sabato 6 luglio, 2013 | di Chiara Checcaglini
I disperati di Sandor
Festival
2
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Il Cinema Ritrovato, XXVII Edizione, 29 giugno – 6 luglio 2013, Bologna

Cinemascope claustrofobico
Nella sezione Bigger Than Life, il Cinema Ritrovato ha ospitato alcuni film europei contraddistinti dall’utilizzo del Cinemascope: tra questi l’impressionante I disperati di Sandor (1966, titolo internazionale The Round-Up) di Miklós Jancsó.

Nel film il confinamento e l’eliminazione sistematici dei rivoluzionari superstiti che parteciparono ai moti del 1848 per l’indipendenza di Ungheria rimandano esplicitamente alle conseguenze dell’invasione sovietica del ’56. Il susseguirsi dei pianisequenza è quasi impercettibile, ma non lascia scampo: il Cinemascope è perfetto per esaltare gli spazi e le rigorose geometrie, ma paradossalmente espande al massimo il senso di oppressione, nonostante la vastità degli spazi e l’orizzonte a perdita d’occhio ricordino certe inquadrature western.mediacritica_I_disperati_di_Sandor Nemmeno per un secondo le distese pianeggianti e il cielo sgombro comunicano un qualsivoglia senso di apertura o libertà, fosse anche come mero, speranzoso anelito. Nella stessa direzione va l’utilizzo di un sottofondo sonoro fatto di cinguettii e fruscii (la musica è totalmente assente) che piuttosto che naturali appaiono particolarmente stranianti, perché è impossibile ricondurli ad alcuna fonte visibile, e accrescono dunque la sensazione di dissociazione coatta rispetto alle ordinarie coordinate spazio-temporali. L’immensità degli spazi è l’estensione del metafisico deserto dell’umanità in cui i prigionieri si trovano rinchiusi: non c’è poi troppa differenza tra le anguste celle, i cortili e l’esterno, forme diverse della stessa trappola mortale. Il bianco e nero è tagliente e impietoso, le figure umane indistinti segni neri e bianchi oppure volti segnati che attendono la morte. I carcerieri non devono sforzarsi troppo per mettere in atto una tortura psicologica (quella fisica è quasi assente, si passa direttamente all’impiccagione): basta annullare l’identità perché gli istinti di sopravvivenza mettano l’uno contro l’altro; dimostrare incessantemente che non c’è via di fuga, che si può solo girare in tondo, incatenati e col volto coperto, mentre il tempo perde di senso e lo spazio si muta nel suo contrario. I disperati di Sandor è una lezione di cinema estremo e austero, impressionante e maestoso: quelli che si credono i protagonisti vengono spazzati via da un momento all’altro,  la prevaricazione (di una parte dell’altra, e dell’immagine sul tutto) è totale, la lezione della Storia, segnata dall’ultima scena, è tragica e cruda.

I disperati di Sandor [Szegénylegények, Ungheria 1966] REGIA Miklós Jancsó.
CAST János Görbe, Zoltán Latinovits, Tibor Molnár, Gábor Agárdi.
SCENEGGIATURA Gyula Hernádi. FOTOGRAFIA Tamás Somló.
Drammatico, 87 minuti.

I disperati di Sandor
3.7 3 73.33%

2 Comments

  1. Anonimo says:

    Forse troppo drammatico ed angoscioso.

  2. Edoardo says:

    Forse troppo drammatico ed angoscioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly