adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Nova Vlna – I ribelli del ’68

sabato 17 marzo, 2018 | di Edoardo Peretti
Nova Vlna – I ribelli del ’68
Festival
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Sornioni
La “Nova Vlna” è stata probabilmente la “nouvelle vague” più irriverente e in qualche modo più ironica. Alla storica stagione del cinema cecoslovacco è stata dedicata una retrospettiva dal 36° Bergamo Film Meeting.

Retrospettiva che ha permesso anche di non limitare l’analisi di quella stagione all’ironia sottilmente eversiva e sorniona che i primi film di Milos Forman e Treni strettamente sorvegliati simboleggiano, mostrando come in realtà l’approccio critico nei confronti del regime e gli aneliti ad una maggiore libertà venissero espressi in maniera variegata, pur mantenendo sempre una certa sfrontatezza di fondo. mediacritica_fantasie_di_una_tredicenne_290Prendiamo l’esempio di tre film differenti, ma sempre più o meno tra le righe irriverenti ed eversivi, con protagoniste tre categorie sociali in qualche modo prive di una vera voce: il dissidente politico, la donna e i giovani.
Lo scherzo (1969) di Jaromil Jires è quasi interamente costruito con materiali di repertorio e con flashback per mezzo dei quali il presente del protagonista, un trokzista condannato all’espulsione dal partito e ai lavori forzati, si sovrappone continuamente al suo passato, mischiandosi quasi senza soluzione di continuità grazie all’abile “mix” tra il montaggio sonoro e quello visivo. In questo modo viene rafforzata la rappresentazione dell’ossessione e del desiderio di vendetta del protagonista. Jires utilizza in maniera modernissima le immagini di repertorio e gioca su due piani di denuncia: quella più esplicita e dura dell’inasprirsi del regime tra gli anni ’40 e i ’50 e quella più sottile della realtà coeva asfittica e senza sbocchi.
La ragazza del tram (1966) di Ladislav Rychman è invece un musical vivace, paradossale e divertente che racconta la frustrazione di una donna autista di tram che, alla scoperta del tradimento del marito, esplode trasformandosi in ribellione. La protagonista inizia a comportarsi con la stessa libertà concessa agli uomini, accendendo l’orgoglio delle altre donne e mettendo in crisi le concezioni e le autorappresentazioni di genere dominanti. Il film è certamente un po’ naif (ma neanche troppo) e ha tra i suoi meriti principali quello di divertire, anche flirtando chiaramente con la “screwball”; è però anche il racconto di un’emancipazione a tratti chiaramente eversivo, ironico e diretto, con un finale apparentemente accomodante ma in realtà amaro e beffardo, sottilmente irriverente.
Un’ottica ancora differente e altrettanto sfacciata caratterizza l’onirico e visionario Fantasie di una tredicenne (1970) di Jaromil Jires, dove Dracula si mischia con i pruriti erotici, il grottesco con il torbido, il sogno e l’incubo con la denuncia del perbenismo e dell’estremismo sociale e religioso, in un vivace pout pourri di toni, simbolismi e stili di riferimento notevole a livello visivo e scenografico. È un film folle e inquieto, sospeso tra il morboso e il grottesco, che, pur forse “invecchiato” sotto certi punti di vista, mantiene intatto il fascino visivo e l’atmosfera di allegorica presa in giro.

Lo scherzo [Zert, Cecoslovacchia 1969] REGIA Jaromil Jires.
CAST Jomes Somr, Vera Kresadlova, Jana Ditetova, Ludek Munzar, Milan Svrcina.
SCENEGGIATURA Jaromil Jires, Zdének Blaha. FOTOGRAFIA Jan Curik. MUSICHE Zdenek Pololanik.
Drammatico, durata 80 minuti.

La ragazza del tram [Dáma na kolejích, Cecoslovacchia 1966] REGIA Ladislav Rychman.
CAST Jirina Bohdalova, Radoslav Brzobohaty, Frantisek Peterka, Libuse Geprtova, Stanislav Fiser.
SCENEGGIATURA Vratislav Blazek. FOTOGRAFIA Josef Hanus. MUSICHE Jiri Bazant, Vlastimil Hala, Jiri Malasek.
Musical, durata 80 minuti.

Fantasie di una tredicenne [Valerie a týden divu, Cecoslovacchia 1970] REGIA Jaromil Jires.
CAST Jaroslava Schallerova, Petr Kopriva, Jiri Prymek, Helena Anyzova, Jan Klusak, Karel Engel.
SCENEGGIATURA Jaromil Jires. FOTOGRAFIA Jan Curik. MUSICHE Lubos Fiser, Jan Klusak.
Grottesco, durata 77 minuti.

Nova Vlna – I ribelli del ’68
4.5 2 90%

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly