adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

J’accuse

mercoledì 4 Settembre, 2019 | di Luca Giagnorio
J’accuse
Festival di Venezia
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 28 agosto – 7 settembre 2019, Lido di Venezia

Lezione di messa in scena
Nella Parigi del 1895, con l’opinione pubblica scossa dall’alto tradimento del capitano ebreo dell’esercito francese Alfred Dreyfus, l’integerrimo ufficiale Georges Picquart viene nominato capo dei servizi segreti dell’esercito. Da questa posizione privilegiata Picquart scoprirà la fallacia delle prove contro Dreyfus e deciderà di riaprire il caso, pur osteggiato dagli alti ufficiali e dal governo, in un impervio percorso in cui, per giungere alla verità, metterà a rischio reputazione, carriera e vita.

Adattamento del romanzo omonimo di Robert Harris, alla seconda collaborazione (anche come co-sceneggiatore) con Roman Polanski dopo L’uomo nell’ombra, il film è un raffinato thriller storico che mette al centro il celebre caso giudiziario che investì le più alte sfere dell’esercito e del governo francese, polarizzò l’opinione pubblica, coinvolse la stampa e i più importanti intellettuali dell’epoca, a cominciare da Émile Zola e dalla sua celebre lettera J’accuse.
Harris e Polanski scrivono una sceneggiatura ben congegnata, dipanando progressivamente una vicenda intricata, che si svolse nell’arco di diversi anni e su più livelli, tenendo al centro la figura di Picquart e la sua tortuosa indagine tra prove false, depistaggi e aperta opposizione sia dei suoi superiori, sia dei suoi sottoposti. Allo stesso tempo il film riesce a rendere tangibile l’umore dell’epoca, gli scricchiolii di un potere militare e politico in cui lo spirito di autoconservazione prevale sulla ricerca della verità, a costo di lasciare impunito il vero traditore tra le file dell’esercito. L’investigazione di Picquart si scontra con l’antisemitismo diffuso largamente in tutta la società, civile e non, che parte dall’assunto di un Dreyfus colpevole in quanto ebreo, ma, quand’anche fosse innocente, che importa «di un giudeo imprigionato in un’isola dimenticata da Dio, la reputazione dell’esercito è più importante».
La messa in scena di Polanski è perfetta – a cominciare dalla straordinaria sequenza iniziale della degradazione di Dreyfus – e J’accuse ha il rigore del film d’inchiesta e il ritmo del thriller, inseriti in una ricostruzione storica impeccabile: un’ambientazione d’epoca che, come nel miglior Visconti, diventa parte fondamentale del film, una cornice di assoluta credibilità in cui gli attori si fondono nei personaggi.
J’accuse è senza dubbio uno dei migliori film presentati alla Mostra del Cinema di Venezia e sicuramente tra i più accreditati vincitori di uno dei premi più importanti, nella speranza che le polemiche sulle vicende personali e giudiziarie che da quarant’anni accompagnano il regista polacco non siano anteposte al valore del film.

J’accuse [id., Francia/Italia 2019] REGIA Roman Polanski.
CAST Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Grégory Gadebois, Mathieu Amalric.
SCENEGGIATURA Robert Harris, Roman Polanski. FOTOGRAFIA Pawel Edelman. MUSICHE Alexandre Desplat.
Storico/ Drammatico, durata 132 minuti.

2 Comments

  1. Io says:

    Anche se talvolta è un po’ al limite dell’accademismo, è una lezione di regia dietro l’altra

  2. Flavio Bertolini says:

    Ho visto il film a Venezia, ed è un esempio di buon film didattico, che trova
    nella sceneggiatura e nella recitazione i suoi elementi di forza.
    Qualche scena storica un po’ troppo ridondante, ma per il resto un film si vede bene
    e dà una ricostruzione chiara del noto caso Dreyfus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly