adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Mad World

sabato 29 aprile, 2017 | di Filippo Zoratti
Mad World
Festival
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

19° Far East Film Festival, 21 – 29 aprile 2017, Udine

L’essenziale è invisibile agli occhi
Un sentimento di disillusione nei confronti delle autorità serpeggia quest’anno in buona parte dei film della selezione proposta al Far East. In Corea non ci si fida delle forze dell’ordine, e tanto vale farsi giustizia da soli (Split, Fabricated City), mentre in Cina e Taiwan quasi si deride la figura del maestro/insegnante (Mr. Zhu’s Summer, Mon Mon Mon Monsters).

A Hong Kong invece si puntano i riflettori sui medici e sugli istituti di cura, che antepongono al bisogno di guarigione la necessità di liberare posti letto per alleggerire un sistema al collasso. Il nostro punto di vista in Mad World coincide inizialmente con quello di un padre – interpretato da Eric Tsang, Gelso d’Oro alla carriera – che si ritrova recapitato come un pacco postale il figlio più giovane Tung. mediacritica_mad_wordl_290Tung viene dimesso in fretta e furia da un istituto psichiatrico, dopo un ricovero per disturbo bipolare ed esaurimento nervoso. Comprendiamo le ragioni del genitore: suo figlio non sarebbe pronto per il reinserimento nella società, è una persona fragile e imprevedibile. Attraverso una fitta rete di sguardi, flashback (che visivamente si mescolano al piano della realtà e della contemporaneità, confondendo volutamente le idee di chi guarda) e mezze frasi appena sussurrate, il regista Wong Chun – che sembra un navigato cineasta, e invece è all’esordio nel lungometraggio – ci accompagna però da tutt’altra parte, verso l’immedesimazione con quel figlio indesiderato che ad un certo punto non ha più retto al peso della propria esistenza. Nella quotidianità di Tung, prima del tracollo, c’erano una compagna e una famiglia da costruire, un lavoro e una madre malata da accudire. Sono le sequenze con la genitrice ad aprire la voragine più ampia: come un crudele controcanto di A Simple Life e Poetry (aderenti alla prospettiva delle protagoniste, sinfonie sulla dignità della terza età), Mad World ci mostra senza fare sconto alcuno l’abuso psicologico perpetrato dall’anziana donna sul ragazzo, che scatena il collasso emotivo. Il gioco delle parti non prevede ovviamente vincitori e vinti, ma anzi con una delicatezza che non degenera mai in retorica commiserazione relativizza le colpe di ognuno dei caratteri in scena. “L’essenziale è invisibile agli occhi”, sancisce la didascalia finale del film, presa a prestito dal Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery: per quanto l’opera di Wong Chun eviti accuratamente la critica sociale, massacra sottovoce sia il freddo e scientifico calcolo medico che l’ipocrita perbenismo dei vicini di casa. Loro giudicano, sentenziano, condannano; ma è solo col cuore – di una madre, di un padre, di un figlio – che si può vedere bene, accettare se stessi e il prossimo e non delegare più al resto del mondo la propria umanità e le proprie responsabilità.

Mad World [Yat Nim Mo Min, Hong Kong 2016] REGIA Wong Chun.
CAST Eric Tsang, Shawn Yue, Elaine Jin, Charmaine Fong.
SCENEGGIATURA Florence Chan. FOTOGRAFIA Zhang Ying. MUSICHE Yusuke Hatano.
Drammatico, durata 101 minuti.

Mad World
3.57 7 71.43%

One Comment

  1. Bossu says:

    Il mio preferito assieme a I am not Madame Bovary! Mi fa piacere abbia vinto il premio My Movies. Anche se gli avrei dato qualcosa in più :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly