adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Evil Within

sabato 21 Ottobre, 2017 | di Edoardo Peretti
The Evil Within
TOHorror Film Fest
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

17° TOHorror Film Fest, 17-21 ottobre 2017, Torino

Follia
The Evil Within di Andrew Rork Getty è un film magniloquente, folle, inquietante e inafferrabile, al cui fascino specifico si aggiunge l’interesse nato dalla sua lunga e tormentata genesi e da una manciata di spiacevoli eventi che gli hanno creato una certa fama di film maledetto.

L’opera fu realizzata dal rampollo di una famiglia multimiliardaria appassionato di cinema horror e dedito al consumo di anfetamine. Getty investì una somma spropositata, iniziò a girare nel 2002 e terminò, tra varie peripezie, nel 2008. Altre peripezie e le numerose versioni montate e rimontate dall’eccentrico miliardario fecero sì che il film rimase nel cassetto fino al 2016, quando venne terminato da uno dei mediacritica_the_evil_within_290produttori e presentato all’American Film Market. Getty infatti è stato trovato assassinato nel 2015 in circostanze misteriose non ancora chiarite (c’è, per esempio, il classico bagno chiuso dall’interno); non fu, fra l’altro, l’unica morte legata al film. Getty per realizzare la sua creatura dichiarò di ispirarsi agli incubi che costellarono la sua infanzia. Che, a quanto traspare, non fu particolarmente serena. The Evil Within infatti racconta di un ragazzone mentalmente instabile ossessionato dalla sua immagine riflessa da uno specchio; nella sua mente questa forma diventa una sorta di alter ego maligno e sadico che lo accompagna in una spirale sempre più invadente e pericolosa di follia, incubo e violenza, imprigionandolo in un limbo in cui realtà e ossessione si mischiano in maniera inesorabile. C’è appunto una costante e torbida atmosfera onirica, esplicitata nel prologo e presente anche nei momenti di raccordo “realisti”, come se anche noi spettatori fossimo lì accanto al tormentato protagonista, sia come testimoni, sia immedesimandoci nella sua follia crescente e nella sua tormentata psiche. È da qui che nascono la potenza e il fascino di The Evil Within, viaggio capace di creare un rapporto stretto con il dolore psichico del protagonista a tratti quasi implacabile, non così frequente da trovare in opere anche più professionali. È un film che riflette l’ego, evidentemente un po’ malato, del visionario regista, il quale – al netto di momenti in cui si vede la sua amatorialità – dimostra di possedere un talento capace di regalare sequenze notevoli, per impatto emotivo, per tensione come per la bellezza scenografica e propriamente “filmica” (per esempio, i momenti in cui in scena c’è lo specchio o la serie quasi infinita di specchi). Difficilmente etichettabile e sicuramente quasi unico nel panorama del cinema horror, The Evil Within, al di là della sua fama di film maledetto e sfortunato, merita di trovare un posto nella storia del genere, non solo per la curiosità dovuta alla sua genesi.

The Evil Within [id., USA 2016] REGIA Andrew Rork Getty.
CAST Frederick Koehler, Michael Berryman, Sean Patrick Flanery, Brianna Brown.
SCENEGGIATURA Andrew Rork Getty. FOTOGRAFIA Stephen Sheridan. MUSICHE Mario Grigorov.
Horror, durata 98 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly