adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Child of God

mercoledì 4 Settembre, 2013 | di Margherita Merlo
Child of God
Festival
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

70a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 28 agosto – 7 settembre 2013, Lido di Venezia

Io sono uguale a te, forse
Lester Ballard ha perso tutto: i suoi genitori sono morti, espropriato della propria casa e della propria terra si ritrova costretto a inventarsi una nuova vita, ricostruendo una quotidianità perduta tra le gelide montagne della contea di Sevier, nel Tennessee dei primi anni ‘60. Lester Ballard è un uomo solo.

Child of God pesca il suo protagonista dalle pagine dell’omonimo romanzo del 1973 di Cormac McCarthy, un libro complesso fatto di discorsi diretti non introdotti dalle classiche virgolette, descrizioni, prosa poetica, narrazione in prima persona, il tutto fuso insieme. Violenza, isolamento, perversione crescente accompagnano la vita di Lester, fucile sempre con sé, strana smorfia a scombinarne il volto, un borbottio indistinto come mezzo espressivo, parole chiuse, masticate e poi sputate.mediacritica_child_of_god Inizialmente non è troppo lontano dal divenire, agli occhi dello spettatore, il classico matto del villaggio, un individuo in linea con una musica tutta sua, capace di ispirare dolcezza e umana compassione; si assiste poi alla sua graduale mutazione, un crescendo (consapevole?) di ossessione. Il risultato è la creazione di un mostro, tale per le sue azioni, alle quali non è data una chiara spiegazione del fattore scatenante. È colpa del passato difficile? È la lenta discesa fisica e psichica verso l’avvelenamento della mente, popolata ormai quasi esclusivamente da tossici fantasmi che sussurrano lusinghieri pensieri perversi tradotti in gesti? Questi risultano orrendi agli occhi esterni, sono invece spontanee attività giornaliere secondo la logica di chi le mette in atto, fautore trasfigurato inesorabilmente in marionetta, perfettamente interpretato da un infiammato Scott Haze, che si muove sicuro sotto la giuda intelligente perché non esagerata di James Franco. Regista in fase di crescita, inaugura un’annata per lui molto prolifica che ha già visto presentati Interior. Leather Bar al Sundance Film Festival e a Berlino e As I Lay Dying, tratto dall’omonimo romanzo di William Faulkner, a Cannes. C’è rispetto nei confronti della materia prima maneggiata, libertà donata allo spettatore di provare sensazioni contrastanti nei confronti di Ballard, odio per quello che è diventato o comprensione per com’è stato portato, come si è portato a tal livello. C’è disorientamento, sicuramente emozione: giustizia, emarginazione, necrofilia, affetto, disperazione, agonia di vivere e sopravvivere, tutti proiettili esplosi in rapida successione. La 70° Mostra del Cinema di Venezia ospita in concorso un film fisico, imperfetto ma disseminato da dettagli preziosi, come un vestito a pois rossi o una tigre di peluche a cui viene fatta saltare la testa, tra fucili, boschi, scalpi e qualcuno che strimpella un banjo in sottofondo.

Child of God [Id., USA 2013] REGIA James Franco.
CAST Scott Haze, Tim Blake Nelson, Jim Parrack, Nina Ljeti, James Franco.
SCENEGGIATURA James Franco, Vince Jolivette (dal romanzo di Cormac McCarthy). FOTOGRAFIA Christina Voros. MUSICHE Aaron Embry.
Drammatico, durata 104 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly