adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Le iene (1992)

giovedì 28 Giugno, 2012 | di Alex Tribelli
Le iene (1992)
Film History
1
Facebooktwittermail
Voto autore:

Usato sicuro
Nell’era del post-cinema dove remake e citazione sono le parole d’ordine, da qualche tempo si è diffusa un’ulteriore pratica: quella di rieditare sul grande schermo i film del passato. Ultimamente stiamo assistendo a una vera e propria invasione di opere storicizzate che ritornano al cinema, spesso in 3D oppure in digitale o semplicemente per celebrare qualche anniversario.

Positivo o negativo che sia – da un lato è giusto che le nuove generazioni conoscano la storia del cinema, dall’altro sembra un escamotage per colmare il vuoto di idee che affligge la Settima Arte – ora questo fenomeno tocca anche a Le iene di Quentin Tarantino, che ritorna in sala in occasione del ventennale. Il primo lungometraggio di quello che è uno dei migliori e più geniali autori contemporanei narra di una rapina finita nel sangue, mediacritica_le_iene_290ispirata proprio al celebre Rapina a mano armata (1956) di Stanley Kubrick. Oggi questo film ci appare “normale” ma quando uscì rappresentò una vera rivoluzione e un punto di non ritorno per il cinema. In Le iene sono già presenti gli elementi caratterizzanti la filmografia tarantiniana, che hanno fatto scuola per le pellicole a venire. Primo fra tutti il citazionismo. Tarantino omaggia – quasi plagiandolo – tutto il cinema di serie A ma soprattutto quello di serie B, oltrepassando addirittura il cinema, basti pensare alla lunga pre-credits sequence in cui i cosiddetti cani da rapina discutono su Like a Virgin di Madonna attorno a un tavolo di un fast food. Un dialogo assolutamente inutile e irrilevante ai fini della narrazione come tanti altri nella filmografia del regista. Ma ciò che più colpisce del film è l’anacronismo con cui viene raccontata la vicenda proprio come accadeva nel film di Kubrick. La rapina vera e propria non ci viene mai mostrata: noi assistiamo a ciò che accade dopo, ovvero quando i superstiti si ritrovano nel magazzino prestabilito come punto di ritrovo. La narrazione non è lineare ma vi sono continui salti temporali fra i preparativi della rapina – che non possono essere considerati dei flashback – e quanto accaduto dopo. Tarantino si diverte a scomporre la linearità degli eventi e lascia allo spettatore il compito di ricomporre il puzzle. Una caratteristica estremizzata in altri suoi film come Pulp Fiction (1994) e Kill Bill (2003-04). Infine, un cenno alla violenza esplicita che pervade il film e i personaggi: alcuni sono soltanto abbozzati, altri diventano i veri protagonisti della rapina come Mr. White e Mr. Orange, di cui conosciamo anche il passato. Nota a margine: nonostante quanto scritto (e dunque nonostante il valore oggettivo dell’esordio di Tarantino), un ventennio sembra un lasso di tempo troppo breve per celebrare un’opera che è tutt’ora celeberrima fra il pubblico, anche fra quello più giovane, che all’epoca non ebbe occasione di vederlo all’uscita in sala.

Le iene [Reservoir Dogs, USA 1992] REGIA Quentin Tarantino.
CAST Harvey Keitel, Tim Roth, Steve Buscemi, Michael Madsen, Chris Penn.
SCENEGGIATURA Quentin Tarantino. FOTOGRAFIA Andrzej Sekula. MONTAGGIO Sally Menke.
Thriller/Drammatico, durata 99 minuti.

One Comment

  1. Pingback: Le Iene - Mediacritica – Un progetto di critica cinematografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly