adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Wilde Salomé

sabato 14 Maggio, 2016 | di Francesco Grieco
Wilde Salomé
In sala
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

Fuckin’ with my head
Esce finalmente nelle sale italiane, con grande ritardo nella distribuzione, il film presentato con successo da Al Pacino alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2011. Si tratta di un’affascinante commistione tra cinema e teatro, tra documentario e diario, tra making of e cinema sperimentale.

Con procedimento simile a quello adoperato nella sua precedente regia, il complesso Riccardo III – Un uomo, un re, Pacino si sofferma soprattutto sul lungo e difficile lavoro di preparazione necessario a un autore-attore teatrale prima che lo spettacolo si offra al giudizio degli spettatori. Ma Wilde Salomé cerca anche di ricostruire sinteticamente la vita di Oscar Wilde, autore del dramma che Pacino interpreta sul palco del Wadsworth Theater di Los Angeles, diretto da Estelle Parsons.mediacritica_wilde_salome_290 Tra i numerosi personaggi che Pacino incontra, per approfondire la figura di Wilde, oltre al nipote dello scrittore, Merlin Holland, ci sono anche Bono Vox, che sui titoli di coda canta Salome, Tom Stoppard e Gore Vidal, che definisce “ignobile” la passione di Wilde per “quella merda di Bosie”. Il film non è girato solo a L.A., infatti Pacino segue le orme di Wilde, ripercorre i suoi spostamenti tra New York, l’Irlanda dove il grande scrittore nacque, Londra e Parigi, dove morì quarantaseienne, senza un soldo. Ci sono anche scene in esterni, nel deserto californiano del Mojave, dove attori diversi da quelli a cui Pacino si affida sul palco recitano negli stessi ruoli. Queste immagini si alternano a quelle in cui il cast principale, cioè Pacino stesso/Erode, la magnifica Jessica Chastain/Salomè, Kevin Anderson/Giovanni Battista, Roxanne Hart/Erodiade, dà vita alle parole di Wilde. Il pubblico rimane, quindi, fuori dal film, finché non si arriva alla sera della prima, quando lo “staged reading” diretto da Pacino riceve applausi. Le recensioni sono abbastanza buone, ma in seguito la Parsons viene contestata e il reading, privo di musica, non ottiene il successo sperato. Pacino, quindi, che sembra più interessato al film che al reading – “Solo i dentisti e i dottori possono permettersi il prezzo dei biglietti”, scherza −, spera che almeno Wilde Salomé venga apprezzato e compreso, riesca a trasmettere l’ossessione da lui provata per Wilde e per quest’opera in particolare. Ma ha solo cinque giorni per terminare le riprese, sono troppo pochi. D’altronde, “everything is money”. E “fanculo ai produttori”!

Wilde Salomé [id., USA 2011] REGIA Al Pacino.
CAST Al Pacino, Jessica Chastain, Kevin Anderson, Estelle Parsons, Roxanne Hart.
SCENEGGIATURA Al Pacino (tratta dal dramma Salomè di Oscar Wilde). FOTOGRAFIA Benoît Delhomme, Robert Leacock, Denis Maloney, Jeremy Weiss. MUSICHE Jeff Beal.
Documentario/Sperimentale, durata 95 minuti.

2 Comments

  1. M. Night Shyamalan says:

    Niente male. Beato il mio amico Al che si è rincoglionito ma può girare quello che vuole. Il mio produttore dice che non mi basta essere rincoglionito come lui per fare un film così. Eppure lo vorrei fare, avrei grandi idee. C’è questo personaggio… io attore e io me stesso e, campo-controcampo, io attore faccio paura a io me stesso. E poi farei la scena in teatro con io me stesso che divento metà uomo e metà uccello per vendicarmi su io attore e un finale a sorpresa con io attore e mio cugino contro il fantasma di Oscar Wilde. Sonoro a palla del palcoscenico che scricchiola… la tenda che si apre e si chiude… lo spettatore che vede e non vede…
    Non sarebbe un grandissimo film!? Un giorno lo farò da solo. Fanculo ai produttori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly