adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Still Alice

sabato 24 Gennaio, 2015 | di Eleonora Degrassi
Still Alice
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

L’arte di perdere
“Perdi qualcosa ogni giorno. Accetta il turbamento delle chiavi perdute, dell’ora sprecata. L’arte di perdere non è difficile da imparare. Poi pratica lo smarrimento sempre più, perdi in fretta”.

L’arte di perdere di Elizabeth Bishop può ben spiegare il dramma quotidiano di Alice Howland, protagonista di Still Alice (tratto dall’omonimo romanzo di Lisa Genova) di Richard Glatzer e Wash Westmoreland, passato all’ultimo Festival Internazionale del Film di Roma. Alice, una misurata e disperata Julianne Moore, ha una vita felice: mediacritica_still-aliceè moglie e madre adorata e brillante docente di linguistica, ma un giorno qualcosa si rompe: la malattia le piomba addosso e perde il suo “stato naturale”. Scopre di essere affetta da una rara e precoce forma di Alzheimer e si allontana da sé, perde parole, vive rincorrendole senza mai raggiungerle. Il film mette la fisicità della Moore a servizio della malattia e del dolore ed è questo che sorregge e sostiene l’opera stessa. Il suo volto si indurisce, le mani sono più nodose, la lingua e la mente si accartocciano; estranea nella sua casa, straniera tra i suoi affetti, naufraga senza gesti, parole ed espressioni si assottiglia, riducendosi ai minimi termini, in una deriva toccante, in una regressione struggente. Emerge la resistenza di una donna speciale che fa di tutto per non consumarsi, tenendo stretti memoria, ricordi, la traccia di sé e del “resto”. I registi seguono lei, la sua battaglia, la morte e l’abbandono della “vecchia” se stessa, il disagio e la vergogna di una donna che impara a perdere. Il fuori svanisce come in una magia di bambini, e il dentro si espande: Alice, racchiusa in una stanza di torpore e silenzio, di bianco e “Amore”, come in una lallazione faticosa da sopportare e sostenere. Noi entriamo in questo vortice di lacune e le nostre mani tese cingono le sue membra desiderose di un abbraccio che tra la sua assenza e la nostra presenza si celebra nel video, ultimo saluto di una donna a se stessa. Still Alice scava nel suo stesso mondo diegetico facendo spazio al corpo della Moore che “ingombra” con la sua pelle diafana, segnata da Fatica e attimi di Felicità e che riempie, pur nella sua inevitabile “sistolia”, insensata farfalla che si contorce regredendo a bruco. Still Alice trasuda e straripa verità e commozione, ci tiene legati, anche con i suoi difetti e la sua lentezza, grazie all’interpretazione della Moore calibrata, quasi maniacale, seguendo l’involuzione della malattia.

Still Alice [Id., USA 2015] REGIA Richard Glatzer, Wash Westmoreland.
CAST Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, Hunter Parrish.
SCENEGGIATURA Richard Glatzer, Wash Westmoreland. FOTOGRAFIA Denis Lenoir. MUSICHE Ilan Eshkeri.
Drammatico, durata 99 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly