adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Welcome to New York

sabato 24 Maggio, 2014 | di Francesco Grieco
Welcome to New York
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

“Anyway, how is you sex life?”
Grugnisce come un porco il corpulento Deveraux, mentre si accoppia selvaggiamente con donne di tutti i tipi, nella prima ossessiva parte dello scandaloso Welcome to New York di Abel Ferrara, ispirato alla vicenda giudiziaria davvero incresciosa dell’ex direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Dominique Strauss-Kahn, accusato di tentata violenza sessuale ai danni della cameriera di un hotel.

Ma, ovviamente, Ferrara non ha alcuna intenzione di girare un biopic: il suo film parte come una cronaca raggelante dell’esistenza squilibrata di un erotomane, tutta champagne e puttane, ha il momento di svolta nella grottesca aggressione alla cameriera, per poi focalizzarsi sul rapporto tra Deveraux e la moglie, un’eccellente, elegantissima Jacqueline Bisset.mediacritica_welcome_to_new_york Dalla voluta ripetitività dei coiti, dal vuoto che spesso caratterizza la vita dei ricconi – ce lo insegna con sarcarmo Cronenberg nel magnifico e poetico Maps to the Stars – si passa, così, alla radiografia di un matrimonio, al confronto tra due diverse fragilità, dietro la maschera del benessere. Depardieu è grande come al solito, in tutti i sensi, e regala una performance memorabile, non esitando a spogliarsi completamente, a incarnare tutte le pratiche sessuali possibili, con particolare predilezione per lo spanking. Sorprende il contrasto tra l’aggressività da vero predatore sessuale di Deveraux, nelle sequenze che precedono il suo arresto, e la remissività con cui egli accetta l’iter della giustizia. Ma il suo sguardo in macchina finale, oltre a sancire la circolarità della storia, la non evoluzione del personaggio – malgrado il fattaccio gli costi la rinuncia alle sue principali ambizioni politiche – contribuisce ad associare Welcome to New York all’altro grande film della stagione sull’ebbrezza del potere e la perdita di controllo nella condotta sessuale, cioè l’anfetaminico The Wolf of Wall Street. Le affinità tra gli ultimi film dei due più affascinanti registi cattolici italoamericani, Ferrara e Scorsese, cantori di antieroi tormentati alle prese con tutte le implicazioni filosofiche del senso di colpa, finiscono qui. Infatti, tanto è tachicardico e spettacolare il film di Scorsese, quanto è disteso e riflessivo questo Welcome to New York, dove, a differenza di altri personaggi di Ferrara, il protagonista, per le sue origini francesi ma anche per la prigionia reale e psicologica a cui va incontro, è completamente fuori luogo nella metropoli americana. Tutt’altro che un “king of New York”!

Welcome to New York [id., USA/Francia 2014] REGIA Abel Ferrara.
CAST Gérard Depardieu, Jacqueline Bisset, Marie Moute, José Ramon Rosario.
SCENEGGIATURA Abel Ferrara, Christ Zois. FOTOGRAFIA Ken Kelsch. MUSICHE Jonathan Mason.
Drammatico, durata 120 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly