adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Figli dell’uragano

sabato 24 Settembre, 2016 | di Erasmo De Meo
Figli dell’uragano
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

L’indefinibile invito di Diaz
Di Figli dell’uragano e del cinema di Lav Diaz non si può dire nulla con oggettività. Non si può dire che è potente perché molti lo troveranno vuoto, non si può dire che è affascinante perché molti lo troveranno noioso, non si può dire che è essenziale perché molti lo diranno prolisso. Allora cos’è? Come giudicarlo?

Non è realistico perché il bianco e nero “desatura” la percezione del reale, ma Diaz non vuole fare miti e simboli: la sua macchina da presa fissa è incaricata di registrare i minimi dettagli della realtà senza volerle aggiungere significati che l’immagine non abbia già in sé. Solo due cose possiamo dunque dire, la prima è che il cinema di Diaz è e non è ogni cosa,mediacritica_figli_dell_uragano_290 di ogni sensazione o emozione è una cosa ed è il suo opposto. Per questo ha aperto e apre discussioni, per questo lascia alcuni basiti dell’apprezzamento altrui e lascia altri furiosi per il mancato unanime riconoscimento. Per questo alcuni parlano di film impossibili da vedere ed altri di film che è impossibile non vedere, ma proprio in questa sua capacità di gettare luce su due fazioni opposte di critica, nel suo saper aprire spiragli da cui osservare i due versanti opposti della montagna-pubblico, sta la dimostrazione della sua sublimità, dell’alta vetta artistica da cui l’opera di Diaz può osservarci essendo osservata. La seconda cosa è che quello di Diaz è un invito, che può essere accolto o declinato, è una richiesta di tempo, attenzione e profondità che non tutti sono disposti a concedere, è un’arte che richiede una scelta che va alle fondamenta del nostro essere uomini in questo tempo. Lo sporadico passaggio di un suo film in sala è infatti come un tifone, un uragano, che dopo la visione lascia devastati e scossi, obbligando ciascuno ad una revisione dei propri canoni, dei propri strumenti di giudizio, così come i protagonisti sono costretti a riorganizzare le proprie vite e ridare loro senso e direzione. Già sette anni prima, in Death in the Land of Encantos, Diaz aveva narrato le conseguenze del tifone Durian, abbattutosi sulle filippine nel 2006, ma se lì mostrava, in forma drammatica, con dialoghi scritti, il disincanto desolato di un popolo, ora a seguito del tifone del 2013 Diaz non mostra la società adulta che aveva costruito ciò che è stato distrutto, ma coloro i quali devono ancora costruire il proprio mondo, i bambini, i ragazzi, scoprendo una vitalità che va oltre la sciagura e una spontanea inventiva che sa tirare fuori castelli anche dal fango. Sembrano i ragazzi delle periferie di Ozu o i “figli della storia” di Rossellini, forse conoscono l’Apu di Ray o l’Ahmed di Kiarostami, se crescendo soffriranno la stessa solitudine e la stessa scissione disillusa dei Figli della violenza di Buñuel dipenderà anche dalla nostra risposta all’invito di Diaz.

Figli dell’uragano [Mga anak ng unos, unang aklat, Filippine 2014] REGIA Lav Diaz.
SOGGETTO Lav Diaz. FOTOGRAFIA Lav Diaz.
Documentario, durata 143 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly