adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Personal Shopper

sabato 15 aprile, 2017 | di Francesco Grieco
Personal Shopper
In sala
6
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Spirito libero, sto contenta quando mi parli dentro
In uno dei suoi numerosi scritti, molti dei quali raccolti in un libro pubblicato da Gallimard e intitolato Présences, Olivier Assayas, ex critico dei Cahiers, si riferisce a Kenneth Anger con queste parole: “Crede che i film abbiano a che fare principalmente con l’invisibile. Potrebbe aver ragione”.

Tra tutti i titoli dell’affascinante filmografia di Assayas, Personal Shopper è quello che trasforma in maniera più esplicita questo “invisibile” nel nucleo del racconto. Si tratta, infatti, di una singolare “ghost story”, che ha per protagonista una medium, Maureen, in lutto per la morte del gemello Lewis, anche lui dotato di poteri paranormali. mediacritica_personal_shopper_290Ma è solo la traccia principale di un film affascinante e spiazzante, in cui il cinema sofisticato e introspettivo di Assayas, da sempre evocatore di fantasmi, di quelli del passato in particolare, si fonde anche con il giallo: Maureen, la solitaria “personal shopper” del titolo, si ritrova improvvisamente coinvolta in un omicidio e perseguitata da uno stalker, con cui inizia un pericoloso gioco di seduzione, che è, inevitabilmente, un’esplorazione del proprio confuso desiderio. Del corpo di Kristen Stewart, coperto da larghi maglioni o t-shirt di Betino’s Records, accarezzato dagli abiti eleganti della diva per cui lavora, o seminudo che sia, Assayas, anche sceneggiatore, fa l’oggetto di uno sguardo fantasma, che insegue Maureen in fluidi pianisequenza, la spia con discrezione, ne osserva il volto inquieto. Comunicandoci, ancora una volta, quello che Kent Jones, nella monografia del 2012 dedicata al regista, definisce “a persistent feeling of life as a succession of dislocations and displacing shocks”. Maureen, per l’appunto, è il tipico personaggio di Assayas, sempre in movimento, in viaggio. Assayas, cineasta del presente come transizione, cantore di un’epoca “après”, post-punk, post-ideologica, post-nouvelle vague, di Maureen coglie, come un sismografo, le vibrazioni libertarie, i moti dell’animo, gli spaesati tentativi di entrare in contatto con un “hereafter” ondivago, specchio rotto della sua interiorità. Il cinema di ellissi e fuori campo che Assayas padroneggia scopre qui la frontalità degli effetti speciali, gioca sempre abilmente con il sonoro, e invita lo spettatore a una sospensione dell’incredulità che è, giocoforza, corollario della fede in un cinema della relazione, in cui il confine tra intersoggettivo e intrasoggettivo è impalpabile, come una dissolvenza al bianco.

Personal Shopper [id., Francia/Germania 2016] REGIA Olivier Assayas.
CAST Kristen Stewart, Lars Eidinger, Sigrid Bouaziz, Anders Danielsen Lie.
SCENEGGIATURA Olivier Assayas. FOTOGRAFIA Yorick Le Saux. MONTAGGIO Marion Monnier.
Drammatico/Thriller/Fantastico, durata 105 minuti.

Personal Shopper
3.36 11 67.27%

6 Comments

  1. Goccia says:

    Non ho visto ancora il film, ma questa recensione è veramente ma veramente bella. Complimenti!

  2. Galadrums says:

    Nonostante questa super recensione non sono riuscito ad amare fino in fondo il film, prima o poi capirò anche perché.

  3. Yeah! says:

    A caldo e a pelle (sono uscito da non molto dalla sala) è uno dei film che più mi ha lasciato allo stesso tempo estremamente affascinato, quasi ipnotizzato, e altrettanto perplesso; boh? vediamo dormendoci sopra; Gran bella recensione comunque!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly