adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Wonder Woman

sabato 3 Giugno, 2017 | di Emanuele Rauco
Wonder Woman
In sala
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Amazzoni e sfilate: della scoperta della donna
È sempre più difficile commentare in modo critico i film che fanno parte del filone cine-comics, perché hanno sempre meno a che fare con il cinema, almeno classicamente inteso. Wonder Woman di Patty Jenkins, nuovo capitolo del percorso Warner/DC Comics che porterà alla Justice League (ovvero la risposta della concorrenza agli Avengers), ne è l’ennesima prova.

Il film racconta le origini di Diana Prince, ovvero una principessa amazzone lontana dal mondo che diventerà eroina quando un militare americano, Steve Trevor, entra nell’isola in cui lei vive e la coinvolge nella Prima Guerra Mondiale: lui vuole sconfiggere il Kaiser, lei Ares, il dio della guerra. Tipica origin story scritta da Allan Heinberg con Zack Snyder (anche produttore) e Jason Fuchs, Wonder Woman è mediacritica_wonder_woman_290innanzitutto il tentativo di costruire un immaginario supereroico a misura di donna. Il film di Jenkins infatti oltre a raccontare di una principessa e di una guerriera, racconta anche di una donna che passando da un sistema culturale all’altro deve ricalibrare il proprio concetto di femminilità e confrontarlo con i suoi propri valori: le scene migliori sono quelle in cui la protagonista cerca di capire cosa significhi essere donna – e cosa sia fisicamente un uomo – nell’Inghilterra degli anni Dieci, il comportamento, l’abbigliamento, questo anche perché Gal Gadot è perfetta come corpo e viso da indossatrice, ma ha molto meno carisma come combattente. Il film cerca di concentrarsi su aspetti inusuali per un film del genere, ma purtroppo la scrittura e la regia non supportano le ambizioni di una pagliacciata che si crede mitologica. Di fronte però all’entusiasmo critico proveniente dagli USA e dagli spettatori, che si divertono molto, viene da cercare un modo nuovo per poter capire e giudicare queste opere, che guardando a un pubblico che con il cinema non ha (o non ha più) molto a che fare, hanno canoni critici e categorie di giudizio diversi. Perciò la grana grossa degli effetti speciali e degli ambienti non è più un problema perché il riferimento è la palese artificiosità dei cartoon televisivi o la “digitalità” dei videogiochi; la drammaturgia inesistente diventa meno pregnante dei riferimenti a episodi precedenti e successivi, dei passaggi interminabili per presentare i personaggi; le scene d’azione puntano all’accumulo e al marchio visivo (i ralenti à la Snyder), non alla riuscita coreografica. E se i cattivi non hanno ormai più alcun senso né fascino, tanto che nessuno se li ricorda più, è perché Wonder Woman non è più un film, nemmeno un film di “largo consumo”: è un artefatto di massa che va disegnato, prodotto, venduto. E nessuno a un oggetto qualunque chiederebbe ciò che si chiede a un film, né a un operaio di essere un regista.

Wonder Woman [id., USA 2017] REGIA Patty Jenkins.
CAST Gal Gadot, Chris Pine, Robin Wright, David Thewlis, Connie Nielsen.
SCENEGGIATURA Allan Heinberg, Zack Snyder, Jason Fuchs. FOTOGRAFIA Matthew Jensen. MUSICHE Rupert Gregson-Williams.
Fantasy, durata 141 minuti.

Wonder Woman
3.4 7 68.57%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly