adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Blade Runner 2049

sabato 7 ottobre, 2017 | di Carmen Spanò
Blade Runner 2049
In sala
2
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

La verità della memoria
Los Angeles, 2049. In una società devastata dal cambiamento climatico e costretta a drastiche misure di contenimento, la preservazione della razza umana è messa a rischio dagli sviluppi della stessa tecnologia. I replicanti di generazione più avanzata, i Nexus 8, sono banditi da tempo dalla Terra, ma le unità blade runner responsabili della loro terminazione rimangono attive. In missione speciale per esplicare uno di questi ritiri, l’agente K. fa una scoperta inaspettata…

Trent’anni dopo gli eventi raccontati da Ridley Scott, Denis Villeneuve (Prisoners, Sicario, Arrival) ci trasporta in scenari post-apocalittici di un mondo alienante e straziato, in cui le continue inondazioni e le saturazioni derivanti dall’accumulo di immagini e luci artificiali delineano atmosfere di inquietante natura distopica.mediacritica_bladerunner_2049_290 È evidente l’influenza del DNA cinematografico del predecessore, dalla commistione di generi che marca lo stile della rappresentazione (fantascienza e noir in primis) alla colonna sonora di Wallfisch e Zimmer di evidente matrice vangelisiana; dal tessuto narrativo ricco in rimandi e significati multipli – dopotutto, è lo stesso Hampton Fancher, quello del primo Blade Runner, a firmare la sceneggiatura – all’uso espressivo della fotografia, opera di Roger Deakins. L’alternanza contrastata di luce e oscurità è ciò che definisce il microcosmo cittadino di Blade Runner 2049. Ma oltre i confini di una città chiusa su stessa, diverse tonalità di luci e colori – ocra, rosso – dinamizzano gli spazi in cui gli eventi accadono. Esce così, fuori dal suo stesso orizzonte di definizione, il film del regista canadese: fuori dalle limitazioni di un discorso ripetitivo o ossequiante, fuori dal senso restrittivo di un’opera quale (semplice) replicante di se stessa. Blade Runner 2049 aggiorna un discorso iniziato 35 anni fa e, nel presentare una linea di sviluppo plausibile per la storia d’amore tra Deckard e Rachel, si offre anche come risposta al desiderio implicito del morente Roy Batty nel finale del film dell’82: continuare a vedere cose fino a quel momento neanche immaginate. Perchè la potenza espressiva di questi 163 minuti di viaggio nella memoria, di ricerca imprescindibile della verità, di bisogno umano di un’identità definita, risiede nel loro farsi pura esperienza sensoriale. Blade Runner 2049 è un film fatto per essere ascoltato, percepito, assorbito, ma soprattutto visto. Un film elegante nell’accoglienza formale di temi trattati in altre opere – tra le varie, Terminator, A.I., WALL-E, Lei – ma anche un film che crea un suo personale paradigma di senso oltre la ricchezza del testo precedente, nella grandiosità di un montaggio e di una mise-en-scène che conferiscono alla storia un ritmo e un respiro nuovi. Definito da The Guardian “a gigantic spectacle of pure hallucinatory craziness”, Blade Runner 2049 è un must-see nel senso letterario dell’espressione, intriso di suggestioni, incontri memorabili e momenti di vibrante intensità. È tempo di andare al cinema.

Blade Runner 2049 [Id., USA/Canada/Gran Bretagna 2017] REGIA Denis Villeneuve.
CAST Ryan Gosling, Harrison Ford, Dave Bautista, Jared Leto, Ana de Armas, Robin Wright.
SCENEGGIATURA Hampton Fancher, Michael Green. FOTOGRAFIA Roger Deakins. MUSICHE Hans Zimmer, Benjamin Wallfisch, Jóhann Jóhannsson.
Azione/Fantascienza/Avventura/Thriller, durata 163 minuti.

Blade Runner 2049
3.91 11 78.18%

2 Comments

  1. FiveLives says:

    Un’ora da capolavoro totale… poi per me un po’ si incarta. E ci sono tot cose che non mi tornano (questa cassa di ossa, accidenti)

  2. edop says:

    Al netto di un paio di passaggi narrativi un po’ forzati, possiamo dirlo? Denis Villeneuve ha fatto un miracolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly