adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Lovelace

sabato 29 Marzo, 2014 | di Eleonora Degrassi
Lovelace
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Il racconto a metà del “luogo cieco di un antico sogno” (Luce Irigaray)
Il 1972 è stato l’Anno Domini, si perdoni la blasfemia, del porno: Gola profonda, il primo film hardcore, sdoganato dal circuito a luci rosse, uscì in sala e fu un successo. Linda Lovelace, nata Linda Boreman, è il money shot più caldo del cinema porno, che ci fa comprendere la relazione stretta tra cultura della merce e piacere sessuale.

Erano gli anni dell’emancipazione femminile, della libertà sessuale, della scoperta del proprio corpo e la pellicola ha saputo rappresentare tutte queste istanze. Lovelace di Robert Epstein e Jeffrey Friedman (Lo schermo velato, The times of Harvey Milk e Urlo), racconta in parte questo e in parte il dramma personale dell’attrice/Amanda Seyfried (grazie al libro autobiografico Ordeal).
I registi dividono la pellicola in due parti. Nella prima il racconto di Linda, sposata con Chuck Traynor,mediacritica_lovelace diventata diva del cinema a luci rosse, e la dimensione metacinematografica (l’inizio del film coincide con quello di Gola profonda e lo scopriamo solo quando ci accorgiamo di essere in una sala cinematografica). Nella seconda parte si narra il dramma che sta dietro alla sua vita, fatto di botte, coercizione e prostituzione, perpetrate dal coniuge. Se il primo tempo, tutto luci, riflettori, colori sgargianti, rappresenta il livello “superficiale” d’analisi, il secondo esprime un livello più nascosto, fatto di buio, porte chiuse, paura e tensione. Se il primo racconta la fellatio d’oro del cinema porno e della donna che in pochi giorni raggiunse fama e successo, il secondo analizza la sua solitudine e il suo inferno. Se il primo è il racconto iconico, pop della “scientia” sexualis, rigirando alcune sequenze di Gola profonda, notiziari televisivi e talk show d’epoca, il secondo tra interrogatori e interviste indaga le ombre della pornodiva. Epstein e Friedman giocano, disorientando, con flashback e flashforward, mostrando un’assenza di profondità nella storia dell’attrice e della donna, banalizzando una vicenda che è più complessa e ricca di contraddizioni. Linda è simbolo di tutte le donne, dell’industria porno, della libertà sessuale, feticcio (sappiamo quanto di marxista e freudiano ci sia in questo concetto legato a quello di “merce”) del piacere “pervertito”, perturbante e libertario/liberticida – a seconda di come la si pensi – del sesso orale. Lovelace è un’occasione mancata, o meglio non sfruttata fino in fondo. Non coglie totalmente lo spirito dell’epoca, non riesce a sviscerare né la portata del film cult – come invece ha fatto Inside Gola profonda –, né il nuovo potere della donna su di sé, sul proprio corpo, sulla propria sessualità, né la paradossale prigionia di Lovelace, feticista selvaggia, per dirla come Marx, inchinatasi al potere – di genitori, marito, sguardo voyeuristico e industria del porno – e incapace di svincolarsi da esso.

Lovelace [id., USA 2013] REGIA Robert Epstein, Jeffrey Friedman.
CAST Amanda Seyfried, Peter Sarsgaard, Juno Temple, Sharon Stone, Adam Brody, James Franco.
SCENEGGIATURA Andy Bellin (dall’autobiografia Ordeal di Linda Lovelace). FOTOGRAFIA Eric Alan Edwards. MUSICHE Stephen Trask.
Biografico/Drammatico, durata 92 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly