adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Sami Blood

sabato 2 dicembre, 2017 | di Erasmo De Meo
Sami Blood
In sala
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Sostituzione d’identità
Ogni opera d’arte, di qualsiasi altra natura, nel suo farsi cerca un’identità. È l’atto creativo stesso che per esplicarsi deve scendere a compromessi, non necessariamente negativi, con la realtà, aderendovi o imitandola, modellando le sue forme sulle forme già esistenti in termini di società, tradizione e simbologia.

Non è un caso che tale processo si rifletta direttamente nella scelta del tema che così spesso comprende la ricerca e definizione di un’identità, la sua mutazione o la sua perdita. Sami Blood, opera prima di Amanda Kernell, esagera, eccede, ma per questo riesce nello scopo. Ritrae una donna, Ella-Marja,mediacritica_sami_blood_290 in due momenti speculari e cruciali della sua vita: l’adolescenza, dove da infinite possibilità bisogna determinarsi e individuarsi, e la vecchiaia, dove si fanno i conti con le strade scelte e non scelte, con le luci e le ombre dei tanti anni spesi in un corpo e in un ruolo. Ella-Marja appartiene ai Sami, più conosciuti come Lapponi, un popolo fortemente identitario, tradizionale e orgoglioso, che ha abitato per secoli la regione più a nord della penisola scandinava. La cultura Sami nella prima metà del ‘900 fu osteggiata con violenza, in particolare dallo Stato norvegese, che considerava i loro territori come importanti risorse inutilizzate. Con l’istituzione di scuole specifiche per i Sami, in cui si insegnava loro a nascondere, quasi a cancellare, ogni tratto della propria lingua e delle proprie tradizioni, e con la restrizione per legge di alcuni privilegi sociali ed economici a chi fosse norvegese o ne avesse acquisito la cultura, di fatto si legalizzava la segregazione e il pregiudizio. Furono istituiti dei centri di ricerca sulla razza allo scopo di condurre studi sulla presunta inferiorità fisica e intellettiva dei Sami, che, senza sorpresa, fu “scientificamente” riscontrata, certificando le decisioni a loro sfavore prese dal governo. Ella-Marja subisce in pieno i pregiudizi sul suo conto, gli sguardi degli uomini norvegesi sono come macigni, le umiliazioni pubbliche la coprono di vergogna e l’impossibilità di proseguire gli studi in corsi più avanzati nelle grandi città la portano gradualmente a svestirsi della sua identità, a partire proprio da quegli abiti tradizionali, colorati e vistosi, che la identificano anche a distanza. L’amore come forza pura e assoluta sembra essere l’unico mezzo per far assottigliare la spessa coltre che impedisce a individui delle due parti di guardarsi e parlarsi davvero. Ella-Marja conosce un uomo e nel presentarsi dà di sé un nuovo nome, Christine, marchio di una donna nuova su una strada difficile. Il rifiuto di sé e l’acquisizione di un’identità precostruita, garanzia di maggiore visibilità e accettazione, sembrano essere l’unica via, disperata, per sopravvivere. Quanto tutto ciò assomiglia a ciò che accade quotidianamente? Viene il dubbio, infine, che Sami Blood sia un film per niente storico, ma di bruciante attualità.

Sami Blood [Sameblod, Svezia/Danimarca/Norvegia 2016] REGIA Amanda Kernell.
CAST Lene Cecilia Sparrok, Maj-Doris Rimpi, Mia Sparrok, Olle Sarri.
SCENEGGIATURA Amanda Kernell. FOTOGRAFIA Sophia Olsson, Petrus Sjovik. MUSICHE Kristian Eidnes Andersen.
Drammatico, durata 110 minuti.

Sami Blood
3.33 3 66.67%

One Comment

  1. Marcello S says:

    Un buon film che ho visto grazie a voi. Grande Mediacritica!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly