adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Dove eravamo rimasti

sabato 12 Settembre, 2015 | di Lisa Cecconi
Dove eravamo rimasti
In sala
1
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

Tempo di rock
“Come ha conosciuto lo sposo?”, “Con un taglio cesareo”. Dove eravamo rimasti è un film su una mamma, che ha abbandonato i figli e li ritrova adulti. Banale, direte, e infatti è così. Eppure questo film dalle premesse facili, quasi modesto nelle ambizioni, diventa qualcosa di insolito e piacevole grazie a un fuoco incrociato di talenti.

Innanzitutto quello di Diablo Cody, la scrittrice già nota per lo script di Juno e qui impegnata nella doppia veste di produttrice e sceneggiatrice. È a lei che si deve la trama convenzionale, persino un paio di situazioni trite che allineerebbero la commedia alle più timide del cinema di genere. Ma le si deve anche la capacità di trasformarle in materia grezza per trarne qualcosa di più sincero. Il risultato è una storia credibile, dove a essemediacritica_dove_eravamo_rimasti_290re convincente non è certo la rapidità con cui i rapporti mutano e si evolvono, ma l’umanità dei diversi personaggi, che dietro all’apparente status di macchietta rivelano angoli nascosti e smussati. La stessa Ricki non manca di contraddizioni, rockettara irriducibile ma convinta repubblicana, comunque capace di mettere in discussione pregiudizi e out out personali. E qui entra in gioco il secondo talento: quello di una Meryl Streep protagonista assoluta della scena, capace di incarnare l’essenza del film alternando momenti di ridicolo caricaturale a performance di incantevole intensità. L’equilibrio instabile tra patetico e poetico è la vera forza del film di Demme, terzo responsabile della sua riuscita, non certo ultimo per importanza. Con una regia partecipe e discreta, vicina ai personaggi e al loro vissuto, riesce a esprimerne la dimensione intima con una naturalezza scevra da eccessi e per questo più efficace e incisiva. È così che la Ricki della Streep appare un oggetto strampalato e fuori posto nell’asettica perfezione dell’ambiente cui appartiene l’ex marito. Ma si trasfigura in una Musa navigata ogni volta che, imbracciata la chitarra, dà sfogo alla musica e alla sua vera natura, facendo ballare e persino commuovere. Una passione che è anche quella del regista, da sempre vicino al panorama musicale, già esplorato in Stop Making Sense, The Complex Session e Storefront Hitchcock, dunque non sorprende che i momenti più riusciti siano quelli dedicati al palco, dove rivivono i successi più disparati, da Tom Petty a Bruce Springsteen passando per Pink e Lady Gaga. La colonna sonora di un’America pop rock, dove “il cuore è come un Big Mac” e il nazionalismo è una bandiera tatuata sulla schiena, buona per essere ostentata fino a che non ci si guarda allo specchio.

Dove eravamo rimasti [Ricki and The Flash, USA 2015] REGIA Jonathan Demme.
CAST Meryl Streep, Kevin Kline, Mamie Gummer, Audra McDonald, Rick Springfield.
SCENEGGIATURA Diablo Cody. FOTOGRAFIA Declain Quinn. MUSICHE Bruce Springsteen, Jenny Lewis/Jonathan Rice (eseguite da Meryl Streep).

Commedia, durata 100 minuti.

Dove eravamo rimasti
3.1 7 62.86%

One Comment

  1. JaneLane says:

    ero un po’ indecisa se andare a vederlo, ma visto che c’è in v.o. ci farò un pensierino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly