adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

Questa settimana

Don’t Worry

sabato 29 settembre, 2018 | di Lisa Cecconi
Don’t Worry
In sala
0
Facebooktwittergoogle_plusmail
Voto autore:

«Drink Water»
 “Tranquilli, a piedi non andrà lontano”.  Don’t Worry di Gus Van Sant prende il titolo da una vignetta di John Callahan, artista eclettico e caustico autore di fumetti, tetraplegico dall’età di 21 anni.

A pronunciare la battuta è un gruppo di cowboy, davanti alla sedia a rotelle abbandonata di un fuggitivo nel mezzo al deserto. A tre anni dal discusso La foresta dei sogni, Van Sant torna ad affrontare il limbo di accettazione e rinascita a seguito di un evento irreparabile. Stavolta il punto di non ritorno è l’incidente automobilistico che costringe l’alcolista Callahan a ripensare tutta la sua vita. mediacritica_don_t_worry_290Il film, fortemente voluto da Robin Williams che aveva proposto il progetto al regista, evita l’epica del biopic, la retorica della redenzione e le sdrucciolevoli vie del pietismo. Si concentra piuttosto sulla ricostruzione di un’esistenza composita e sfaccettata che, al pari di ogni vita, sembra contenerne una pluralità di altre. L’ironia politicamente scorretta è la cifra stilistica di Callahan e Van Sant gli rende omaggio interpolandone le vignette nel film. Ma per il proprio registro narrativo sceglie un approccio meno sfacciato. Il percorso di Callahan negli alcolisti anonimi e la scoperta del talento fumettistico si svelano per epifanie, alternati ai flashback sul passato etilico e ai faticosi traguardi del presente. Una rappresentazione più ciclica che lineare che unisce il reiterarsi di frasi e situazioni al montaggio frammentato e a frequenti salti temporali, ricomponendo il caleidoscopico ritratto del protagonista. Discontinuo quando suggerisce gli stati di percezione alterata del giovane Callahan, è affidato allo scorrimento verticale delle immagini nella sua improvvisa presa di coscienza. Una pluralità di punti vista – davanti, di spalle, di sbieco e da sotto – restituiscono l’umana complessità dei personaggi, lasciando la bidimensionalità alle caricature taglienti dell’artista. Tornano temi e figure cari al regista: la sfida alla morte e le fragilità giovanili, l’isolamento, l’espressione artistica come scelta di vita, la presenza di un mentore/amico. Ma è soprattutto l’equilibrio, lucido e asciutto, a colpire nel segno, senza concedere troppo al dramma né alla semplificazione. La spensieratezza degli skaters, memore di Mansion of the Hill, si scontra con l’impatto fisico di una caduta, l’ossessione per il passato con la necessità di proseguire. Lo stesso sponsor degli alcolisti anonimi, un Jonah Hill davvero magistrale, non è che un uomo che ha imparato ad amare la “mediocrità”. Quella che si ottiene a fatica, con un percorso lento e graduale, come il paramecio della vignetta che si evolve fino a salire sul pulpito.  La stessa che può apparire inarrivabile ma, come ogni apice di una salita, si raggiunge solo un passo alla volta.

Don’t Worry [Don’t Worry, He Won’t Get Far on Foot, USA 2018] REGIA Gus Van Sant.
CAST Joaquin Phoenix, Jonah Hill, Rooney Mara, Jack Black, Mark Webber, Udo Kier, Beth Ditto.
SCENEGGIATURA Gus Van Sant. FOTOGRAFIA Christoper Blauvelt. MUSICHE Danny Elfman.
Drammatico, durata 113 minuti.

Don’t Worry
3 4 60%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly