adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

National Gallery

sabato 14 Marzo, 2015 | di Marco Longo
National Gallery
In sala
2
Facebooktwittermail
Voto autore:

SPECIALE FREDERICK WISEMAN
L’Arte ci guarda
Polo internazionale di cultura e socialità, macchina burocratica e attrazione turistica, sacrario della memoria sempre più aperto al presente: la National Gallery di Londra è il nuovo microcosmo istituzionale che Frederick Wiseman ha deciso di esplorare, confermando l’adagio wendersiano secondo cui, tra due immagini, c’è sempre un luogo, e dove esiste un luogo può ancora esistere il cinema.

Dopo At Berkeley, presentato al Festival di Venezia nell’anno del Leone d’Oro alla Carriera, National Gallery sembra spontaneamente configurarsi come un film dialettico, fatto di campi e controcampi, domande suggerite e risposte non urlate. La discrezione dello sguardo con cui Wiseman approccia il proprio lavoro non impedisce allo spettatore di individuare, fin dai primi minuti del film, mediacritica_national_gallery2una relazione profonda tra le opere esposte alla National Gallery e lo sguardo dei suoi visitatori: catturati e restituiti in momenti di attonita contemplazione – un uso molto semplice e molto puntuale dell’ottica lunga – gli umani del presente sono spesso isolati dalla massa museale, immersi piuttosto nell’esperienza personale dell’Arte. Non si tratta infatti soltanto di cultura e conoscenza, come precisa una guida al museo in uno dei tanti – bellissimi – discorsi aperti al pubblico che punteggiano il documentario: questa relazione si compie specialmente nella rielaborazione, personale e creativa, che lo spettatore può attuare di ciò che vede. È l’Arte con le sue indirette interpellazioni – alcuni ritratti del Cinquecento e Seicento divengono veri e propri primi piani cinematografici – ad affidarci una precisa eredità per il futuro: quella di un costante e fertile aggiornamento attraverso i nostri occhi e le nostre vite, rispettoso di ciò che è stato e senza vincoli per ciò che sarà. Proprio come nel restauro moderno, tanto impegnato e attivo quanto indiscutibilmente reversibile, consapevole, in un certo senso, della propria fallibilità: della nostra mortalità. Anche per questo National Gallery non è un esclusivo e generico omaggio alla conservazione dei beni culturali, ma piuttosto – e come spesso accade nei film di Wiseman – il riconoscimento di uno status di intrinseca dignità a tutto il quotidiano lavorio umano che compone il quadro di un mondo, per poterlo migliorare, per mantenere vivo il suo significato. Non esiste un vero impianto, nel film di Wiseman, ma accostamenti equipollenti di immagini e presenze che testimoniano un passaggio. Come per i versi e le parole di una poesia, il senso profondo rimane tra gli interstizi, al di fuori di strutture e linguaggi: nel taglio di montaggio che separa il particolare di un dipinto dagli occhi di un uomo.

National Gallery [Id., USA/Francia/Gran Bretagna 2014] REGIA Frederick Wiseman.
SOGGETTO Frederick Wiseman. MONTAGGIO Frederick Wiseman.
Documentario, durata 180 minuti.

2 Comments

  1. Guizzo says:

    Finalmente stasera lo recupero, grazie a Mymovies! 🙂

  2. Guizzo says:

    Bé, a visione finita posso dirlo: capolavoro! E apprezzo molto l’articolo qua sopra… avrebbero dovuto leggerlo anche gli utenti di mymovies che commentavano in modo davvero irripetibile :-/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly