adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Vincent Van Gogh – Un nuovo modo di vedere

sabato 18 Aprile, 2015 | di Andrea Moschioni Fioretti
Vincent Van Gogh – Un nuovo modo di vedere
In sala
5
Facebooktwittermail
Voto autore:

Disegnare a parole
La scrittura è da sempre fonte di aiuto per esprimere pensieri, emozioni o opinioni, sia che si parli delle pagine di un diario privato sia di un libro o un articolo per il pubblico: Vincent Van Gogh – Un nuovo modo di vedere ci presenta la figura del grande pittore partendo dalle lettere che durante la sua vita scrisse al fratello Theo e ai suoi colleghi artisti.

Il regista David Bickerstaff, attraverso un mega spot sul Van Gogh Museum di Amsterdam, cerca di raccontarci la genesi che sta dietro ad alcune delle opere più famose del Nostro ma, soprattutto, cerca di modificare l’immaginario collettivo che un po’ tutti abbiamo su di lui.mediacritica_Van_gogh_a_new_way_of_seeing_290 Van Gogh è stato spesso bollato come un artista che, mentalmente e fisicamente parlando, rigettava nei suoi quadri tutto il suo malessere esistenziale fino al tragico epilogo del suicidio. Le parole che affiorano dalle lettere dimostrano invece un lato quasi inedito, l’idealismo di fondo con cui dovette combattere tutta la vita. Van Gogh è sempre stato alla ricerca dell’Arte perfetta, di una vita fuori dal normale fatta non di estremi ma di realizzazione, una realizzazione che doveva obbligatoriamente passare per la nascita di una comunità artistica contemporanea. Resosi conto che il sogno utopico man mano svaniva, Van Gogh cadde in uno stato depressivo ed insoddisfatto insanabile. Il mito che nasce anche dalla maledizione e dall’iconografia, finanche autoritratta, che porta ad una riproduzione in serie senza tempo (vedi magliette, tovaglie ecc…). Un documentario che scava nel profondo dell’atto artistico, conscio del fatto che ogni gesto è “studiato” e provocato da altro. Solo due aspetti non funzionano nella messa in scena: alcune interviste al personale del museo spesso ripetono gli stessi concetti e le inutili, seppur poche, parti di fiction in cui un attore incredibilmente somigliante a Van Gogh accompagna certi stralci delle lettere. L’operazione fa riflettere su una cosa fondamentale per il nostro oggi: lo studio, e di conseguenza l’insegnamento, della Storia dell’Arte deve essere sostenuto in questo modo, mediante l’utilizzo della multimedialità. Infatti, ogni studente potrebbe capire meglio e apprezzare seguendo una “lezione” visiva, piuttosto che aprire gli aridi libroni di scuola, perché di educazione all’immagine si sta parlando, e per farlo quale mezzo è più potente del supporto audiovisivo? Svecchiare argomenti tediosi per la generazione tecnologica, ormai troppo annoiata e veloce a dimenticare in fretta. Un discorso su cui tornare in fretta per non smarrire altre menti.

Vincent Van Gogh – Un nuovo modo di vedere [Van Gogh – A New Way of Seeing, Paesi Bassi 2015] REGIA David Bickerstaff.
CAST Jamie de Courcey.
Documentario, durata 93 minuti.

5 Comments

  1. Rachele G says:

    Volevo tagliarmi un orecchio a metà del primo tempo. Ho resistito ma Andrea..3 stelle?

    • Andrea M says:

      Diciamo che ho apprezzato l’operazione didattica di fondo…e poi è ben confezionato, anche con quelle sbavature di cui parlo nella recensione.

  2. Anonimo says:

    Certo ci vuole coraggio a fare un altro Van Gogh dopo Kirk Douglas e Anthony Queen

  3. nora says:

    Condivido la valutazione didattica di lezione “visiva”

  4. zamarty says:

    Affascinante. Peccato aver perso la messa in onda mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly