adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

Un amore di gioventù

lunedì 25 Giugno, 2012 | di Carmen Spanò
Un amore di gioventù
In sala
0
Facebooktwittermail
Voto autore:

Destino incompiuto?
Le declinazioni dell’amore. Se Michael Haneke in Amour – Palma d’oro a Cannes 2012 – sceglie di rappresentare il sentimento più forte esaltandone il mistero nella “normalità” di una lunga vita insieme, Mia Hansen-Løve riavvolge la linea del tempo, torna all’età in cui tutto nasce e lì si adagia per domandare ai cuori le ragioni di un inspiegabile tumulto.

Parigi. Camille, 15 anni, ama Sullivan, 19. E lo ama come solo un adolescente sa fare: con impeto totalizzante che respira passione e si nutre di struggimento. Sullivan si lascia cingere dall’abbraccio adorante di Camille ma di quell’unione intravede le pericolose derive. Decide di partire per il Sud America. Camille resta sola, sospesa in un limbo temporale fatto di attese e paure. La speranza rifulge di echi distanti, parole di lettere che smorzano il grigiore di una routine piatta e soffocante. Poi, il silenzio. Sullivan si fa assenza inestimabile, dolore acutissimo. Per Camille, volto muto solcato di lacrime, è il tempo nero dell’implosione. Ma non quello della fine. Tra oscurità e luce esiste un confine labile lungo il quale il desiderio ritrova ancora i suoi palpiti, e la vita riscopre la gioia del futuro. Tempo della rinascita, anche grazie all’amore per l’architettura e per Lorenz, affascinante maestro di studi e di emozioni. Fino al ritorno, spiazzante, del tempo che fu, di quell’amore “per sempre” che risucchia Camille nella voragine dell’ossessione e della felicità idealizzata. Lieve e misurata nella rappresentazione di un rapporto che si sintonizza sui ritmi dilatati della natura – più che le parole valgono gli sguardi, i tocchi, l’unione dei corpi riscaldati dal sole e abbracciati dalla terra – Mia Hansen-Løve, ex penna dei Cahiers e già musa per Assayas, sceglie il registro della leggerezza vibrante di tensione per “tallonare” gli stati d’animo della sua protagonista. Senza mai eccedere, conferisce al senso lacerante della perdita il valore simbolico di un legame inscindibile con il passato, e alla sua protagonista riserva un’agonia che la scinde continuamente tra il rimpianto di ciò che avrebbe potuto essere e non è stato, e l’anelito di ciò che sarà. Perché il potere accecante del primo amore – che è assaggio di assoluto, bagno di pienezza – è un ricordo insidioso che si mimetizza tra le intenzioni sagge della maturità, ma poi esplode, improvviso, a rinfuocare i sensi e la memoria. La crescita di Camille non è altro che distanziamento apparente: immersa in un turbinio di faccende e tonalità emotive – efficacemente rese sul piano musicale da una colonna sonora ricca e variegata – non va oltre la reiterazione di uno schema autolesionistico, “sporcando” la propria immagine di donna con comportamenti da ragazzina. Si sporca un po’ anche il film che nell’imbrigliare la sua eroina nel gelo delle illusioni, oscura la bellezza composta della sua avviata maturazione. Manca il tempo della “salvezza” o, se non altro, una sua chiara prefigurazione. A chi scrive, però, piace pensare che, oltre il duetto dei continui ritorni, quel fiume “della vita” nel quale alla fine Camille si immerge, indichi una via nuova, non segnata, di un destino scevro di condizionamenti, ancora tutto da compiersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly