adidas nmd city sock adidas nmd city sock adidas nmd city sock gum pack release date info adidas NMD R1 Trail adidas nmd city sock gum soles adidas nmd city sock gum pack adidas nmd city sock nmd city sock primeknit core blacklush blue adidas nmd city sock black gum where to buy adidas nmd city sock winter wool adidas nmd city sock primeknit s79150 core black adidas nmd city sock core black adidas nmd primeknit city sock black adidas nmd city sock core black lush blue release date adidas NMD R1 PK adidas nmd chukka receives og colorway NMD City Sock PK adidas nmd chukka 2 adidas NMD R1 Triple Black comparing og adidas nmd r1 nmd chukka

In questo numero

The Fighters – Addestramento di vita

sabato 18 Aprile, 2015 | di Edoardo Peretti
The Fighters – Addestramento di vita
In sala
5
Facebooktwittermail
Voto autore:

Fuga dall’apocalisse
Dopo il successo nella Quinzane des Realisateurs al Festival di Cannes 2014 e ai Premi Cesar, dove si è portato a casa tre statuette (miglior esordio, miglior attrice – Adèle Haenel – e miglior attore esordiente – Kévin Azaïs), The Fighters di Thomas Cailley sbarca nello nostre sale, non deludendo le attese che la fetta di pubblico cinefilo aveva maturato in questi mesi.

Rafforzato da una sagace commistione di umori e di toni, in abile bilico tra una concezione più personale e il rispetto di determinate coordinate di genere, The Fighters è innanzitutto un racconto di formazione e, in seconda battuta, una sommessa e tenera storia d’amore, che trova il suo nutrimento nel contesto sempre più tetro e privo di ideali e sbocchi della provincia francese. mediacritica_the_fighters_290Arnaud e Madeleine sono i due adolescenti protagonisti: lui vagheggia nella quotidianità un po’ imposta come molti suoi coetanei, lei al contrario ha le idee molto chiare sul futuro, convinta che il mondo che conosciamo finirà presto e che sia necessario tornare ad uno stato di sopravvivenza quasi primitiva per non soccombere. Per questo decide, subito seguita dall’ormai innamorato Arnaud, di entrare nell’esercito, dal quale però rimarrà delusa. I due scappano e improvvisano una sopravvivenza tra le foreste, mentre un enorme incendio dà l’impressione e l’atmosfera di un’apocalisse imminente. Cailley, il quale già nel prologo dimostra di sapere spiegare alla perfezione elementi importanti con incisiva sintesi, tratteggia così un ritratto originale e significativo dell’adolescenza, sfuggendo i luoghi comuni della rappresentazione dell’età inquieta. Il ritratto è rafforzato dalla costante vena di ironia e di umorismo acido (e anche un po’ amaro, a seconda dei momenti) che da un lato tengono la narrazione lontana dalle secche del sentimentalismo, e dall’altro sottolineano le storture e gli aspetti più grotteschi del contesto (si veda la divertita descrizione del campus dell’esercito e dei suoi protagonisti). Sullo sfondo, la crisi economica, di valore e culturale, palese e implacabile nel dettare ai due protagonisti le loro scelte di vita, quanto saggiamente lasciata un po’ nel dietro le quinte della vicenda, in un ruolo decisivo ma non ingombrante. Questa crisi di orizzonti e di fiducia viene semmai simboleggiata dall’incendio che assume toni e atmosfere apocalittiche, e che diventa occasione per il regista di dimostrare anche le sue doti strettamente scenografiche e visive, con inquadrature di per sé affascinanti e potenti, quasi autosufficienti (si veda anche il momento in cui i due sono nel garage incorniciati dall’ingresso e con l’acquazzone sullo sfondo). Rafforzato da due interpreti giovani e straordinari, Adèle Haenel e Kévin Azaïs, The Fighters è un monito sincero, quanto non privo di speranza e in fin dei conti tenero, da non perdere.

The Fighters – Addestramento di vita [Les combattants, Francia 2014] REGIA Thomas Cailley.
CAST Adèle Haenel, Kévin Azaïs, Antoine Laurent, Brigitte Roüan, William Lebghill.
SCENEGGIATURA Thomas Cailley, Claude Le Pape. FOTOGRAFIA David Cailley. MUSICHE Philippe Deshaies, Lionel Flairs, Benoit Rault.
Commedia/Drammatico, durata 98 minuti.

5 Comments

  1. gianni says:

    Haenel e Azais sono meravigliosi, in un film davvero da non perdere!

  2. Anonimo says:

    Bellissimo film!

  3. A most Sir Screen says:

    Per me è un filmetto piuttosto innocuo e banale, cui posso dare giusto qualche scusante in quanto opera prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adidas yeezy boost 350 turtle dove transcends sneakers adidas yeezy 350 boost turtle dove restock re release adidas yeezy 350 boost black release date yeezy 350 boost low yeezy boost 350 pirate black yeezy boost 350 low adidas yeezy boost 350 v2 black white yeezy boost 350 moonrock adidas yeezy 350 boost moonrock release date moonrock yeezy 350 boost legit real fake on foot look adidas yeezy boost 350 oxford tan adidas yeezy boost 350 v2 zebra another look adidas yeezy boost 350 oxford tan even more images yeezy 350 moonrock release date adidas yeezy 350 boost black adidas yeezy 350 boost low heres where you can cop the black adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost low adidas yeezy 350 boost 10 reasons why the adidas yeezy 350 boost will sell out instantly